Clownerie e teatro al Mamatita festival

Prosegue tra narrazione, clownerie e teatro di figura il Mamatita Festival, ad Alghero. Si parte da giovedì 16 con “I Meravigliati”, scritto e diretto da Antonio Catalano e interpretato da Matteo...

Prosegue tra narrazione, clownerie e teatro di figura il Mamatita Festival, ad Alghero. Si parte da giovedì 16 con “I Meravigliati”, scritto e diretto da Antonio Catalano e interpretato da Matteo Curatella. Uno spettacolo sulla meraviglia, sull’esercizio dello stupore, sulla necessità di orientare lo sguardo verso cose “elementari”. Venerdì 17 Ignazio Chessa porta in scena il suo “Rodari Club”, adatto a tutte le età. Veste i panni di un abbozzato Rodari l’attore algherese, che sceglie una serie di racconti sulla verità, sul rispetto per il prossimo, sulla solidarietà. Da “Giacomo di cristallo” a “Il paese con le esse davanti”, da “Re Mida” a il “Topo dei fumetti”. Si continua sabato 18 con “Johnatan, un marinaio” de Le Compagnie del Cocomero. Rahul Bernardelli, che firma anche lo spettacolo, interpreta un giovane marinaio che dopo un disastroso naufragio approda su diverse terre in cerca di salvezza. In chiusura, domenica 19 un gradito ritorno del Mamatita Festival, “Hope Hope Hoplà” del Teatro del Sottosuolo. Pasquale Imperiale e Vincenzo De Rosa, in arte “I Nipoti di Bernardone”, sono un duo di clown che gioca con la semplicità, con lo stupore, con la meraviglia. Inizio spettacoli alle 19, è necessario prenotare sul sito del festival mamatitafestival.com.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes