La Nuova Sardegna

L’EVENTO 

Fasi e Gruppo Sae insieme: dalle radici a un nuovo futuro

Fasi e Gruppo Sae insieme: dalle radici a un nuovo futuro

Sardi di dentro e di fuori. Nell’isola e fuori dall’isola, sardi ovunque e comunque, sempre. Ieri emigranti con la valigia in cerca di lavoro, oggi ambasciatori nel vasto Continente dell’isola in...

13 marzo 2022
1 MINUTI DI LETTURA





Sardi di dentro e di fuori. Nell’isola e fuori dall’isola, sardi ovunque e comunque, sempre. Ieri emigranti con la valigia in cerca di lavoro, oggi ambasciatori nel vasto Continente dell’isola in mezzo al mare. «Dobbiamo essere orgogliosi di essere quello che la storia ci ha resi: figli di una terra che dobbiamo amare, ma soprattutto figli di una identità che non possiamo tradire» dice Bastianino Mossa, di Bultei vive e lavora a Piacenza, da pochi mesi presidente della Fasi, la Federazione delle associazioni sarde in Italia. Protagoniste di un nuovo progetto che vede insieme prime, seconde e terze generazioni di emigrati sardi con La Nuova Sardegna, a ulteriore conferma che il nostro quotidiano è la voce di tutti i sardi, di dentro e di fuori, ovunque e comunque, sempre. “Identità e migrazione sarda” è il titolo che tiene a battesimo questa grande sfida editoriale. “Fasi e Gruppo Sae insieme. Dalle radici a un nuovo futuro”. L’appuntamento è fissato per venerdì prossimo, 18 marzo, la mattina alle ore 11, nell’aula magna dell’Università degli studi di Sassari. Alla presentazione pubblica interverranno lo stesso Bastianino Mossa, il presidente e amministratore delegato del Gruppo Sae - Sapere aude editori, Alberto Leonardis, e il direttore della Nuova Sardegna Antonio Di Rosa. (luciano piras)

In Primo Piano
Formazione avanzata

I segreti della scuola di Decimomannu che trasforma i piloti in imbattibili top gun

di Andrea Massidda
Le nostre iniziative