La Nuova Sardegna

ExMa

Le invenzioni che cambiarono il mondo, a Cagliari la mostra su Archimede

di Sabrina Zedda
Le invenzioni che cambiarono il mondo, a Cagliari la mostra su Archimede

L’esposizione raccoglie una trentina di macchine da lui progettate, riprodotte fedelmente

23 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Il genio del matematico e inventore Archimede da oggi è all’Exma di Cagliari, nell’esposizione che raccoglie quasi una trentina di macchine da lui progettate, riprodotte fedelmente. “Archimede, le invenzioni che hanno cambiato il mondo” è il titolo della grande mostra interattiva, che apre anche il nuovo corso del centro di via San Lucifero, ora gestito dall’associazione culturale Orientare. Il nome di Archimede, geniale inventore del periodo classico, è famosissimo. Meno lo sono invece le sue invenzioni. Ed è per colmare questa lacuna che è stata pensata la mostra, organizzata da Orientare con il patrocinio del Comune di Cagliari, in collaborazione con l’Università del capoluogo, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’associazione Cul.tur.ale ETS, Niccolai Firenze e Museo Leonardo di Vinci di Firenze.

La storia L’esposizione nasce cinque anni fa su commissione dei musei della Nasa negli Stati Uniti, e dopo aver girato in viarie parti d’Italia ora viene proposta a Cagliari in una versione ulteriormente arricchita. Nelle diverse sezioni il genio di Siracusa è indagato a 360 gradi: la vita, il contesto storico in cui si svolse la sua esistenza e, ovviamente, le sue invenzioni (dal principio di Archimede alla teoria delle leve fino alle macchine belliche) e l’impatto che queste hanno prodotto e continuano a produrre con oggetti di uso quotidiano come forbici, apribottiglie, mollette, spremiagrumi che sfruttano il principio della leva, sino alle eccellenze scientifiche regionali, tra cui il Sardinia Radio Telescope, che sfruttano le potenzialità della parabola.

Le altre novità La mostra (visitabile sino al 26 maggio) non è l’unica novità proposta dall’associazione Orientare. Tra aprile e maggio sono previsti seminari e incontri sulla figura di Archimede e sulle tematiche scientifiche da lui indagate. Sino alla fine dell’anno, invece, l’Exmà ospiterà un ampio ventaglio di iniziative: dalla settima edizione del Solidando film festival (ad aprile) all’international Wine&food festival (luglio), dalla Notte dei ricercatori, in programma a settembre in collaborazione con l’Università e per la prima volta ospitata nel centro culturale.

Tuttestorie Nel mese di ottobre arriva il consueto appuntamento con il festival di letteratura per ragazzi Tuttestorie, intitolato stavolta “E adesso? racconti, visioni e libri sulle cose che finiscono”, mentre il mese di novembre sarà dedicato alla diciassettesima edizione del Festival della Scienza, intitolato quest’anno “Contaminando”. A dicembre chiusura nel segno della letteratura con il festival “Neanche gli dei” organizzato da Vox Day.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
L’intervista

L’assessore regionale Franco Cuccureddu: «Possiamo vivere di turismo e senza abbassare i prezzi, inutile puntare solo su presenze e grossi numeri»

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative