La Nuova Sardegna

"Connessioni", le sfide future della Sardegna, la docente Maria Chiara Di Guardo: "L'intelligenza artificiale non è né buona né cattiva, dipende da come la si usa"

"Connessioni", le sfide future della Sardegna, la docente Maria Chiara Di Guardo: "L'intelligenza artificiale non è né buona né cattiva, dipende da come la si usa"






Cagliari Maria Chiara Di Guardo, docente di organizzazione aziendale dell’Università di Cagliari, partecipa alla seconda tappa di “Connessioni”, il ciclo di cinque incontri per affrontare le sfide future della Sardegna su capitale umano, ricerca e innovazione, infrastrutture e trasporti, energia e turismo promosso da Sae Sardegna, l’editore della Nuova Sardegna, con il patrocinio della Fondazione di Sardegna. Di Guardo a proposito della tecnologia, della intelligenza artificialespiega che non è né buona né cattiva, dipende da come la si usa. Certamente va utilizzata con cura, ponendosi interrogativi etici e morali, ma non c'è dubbio che questa debba essere abbracciata. Da qui a pochi anni la differenza sarà tra chi usa l'intelligenza articificiale e chi non la usa (video di Mario Rosas, intervista di Andrea Massidda)

Altri video di sardegna
Elezioni regionali, Renato Soru vota all'istituto Nautico di Cagliari
Sardegna

Elezioni regionali, Renato Soru vota all'istituto Nautico di Cagliari