La Nuova Sardegna

Lutto

Addio a Giampaolo Galleri, il profeta del volley a Sassari

di Fabio Fresu
Addio a Giampaolo Galleri, il profeta del volley a Sassari

Si è spento a 76 anni. Allenatore e dirigente, alla Silvio Pellico scoprì Peru e Baiardo

26 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Da ieri la pallavolo sarda è molto più povera. E' morto Giampaolo Galleri, allenatore e dirigente nonché fondatore della Silvio Pellico Sassari ma soprattutto uno degli indiscussi protagonisti del movimento, sia a livello isolano che nazionale. Lo hanno trovato – pare vittima di un infarto – nel primo pomeriggio i familiari, seduto sul divano. Stava aspettando che come ogni sabato lo venissero a prendere per andare come al solito in palestra ad assistere alle gare della serata.

La notizia ha fatto il giro del mondo del volley in un lampo, e subito il web è stato invaso da una valanga di messaggi di cordoglio e di ricordi, da parte di quanti nell'arco degli ultimi sessant'anni hanno condiviso almeno parte del suo percorso nello sport e nella vita. La storica società sassarese ha allestito una camera ardente proprio nella palestra di via Dei Mille, il luogo a cui Galleri ha dedicato la maggior parte della sua vita, oggi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 sarà possibile dare un ultimo saluto al professore.

Settantasei, insegnante in pensione, allenatore benemerito della federazione pallavolo e medaglia d'argento del Coni, aveva scoperto la pallavolo a dodici anni, al villaggio Mancuso, in provincia di Catanzaro, in un campo estivo, assieme al fratello gemello Giampiero (è stato arbitro in serie A e per tanti anni presidente del comitato provinciale della Fipav), ed era stato amore a prima vista. Negli Anni sessanta aveva dato vita al settore volley del glorioso Circolo Silvio Pellico, con la prima partecipazione a un campionato maschile nella stagione 1966/67, e a livello femminile nel 1969/70.

Sotto le sue cure sono arrivati in A1, e a vestire la maglia della Nazionale prima di tutto Rosanna Baiardo e Pier Paolo Peru, ma hanno vissuto il sogno della serie A in tempi più recenti anche Stefania Dalerci e Silvia Desole. Aveva sfiorato la promozione in serie A sia in campo maschile che femminile. Nel 1981 aveva dato il via alla costruzione della palestra coperta, in seguito intestata a Pier Paolo Peru, deceduto nel 2002 a causa di un male incurabile.

Poi, a metà degli Anni Novanta il professore si era dedicato all'attività dirigenziale, venendo eletto nel 1995 nel consiglio nazionale della Federpallavolo, dove si era occupato in particolare della gestione delle squadre nazionali. Proprio in questa veste dirigenziale aveva preso parte alle Olimpiadi di Sidney nel 2000. Negli ultimi anni Galleri aveva ceduto la guida delle squadre maggiori della società ad altri tecnici, ma lui continuava ad andare in palestra per occuparsi di quello che più gli stava a cuore, ossia i giovani. Comeera pronto a fare fare anche ieri pomeriggio.

 

In Primo Piano
Tribunale

Uccise i suoceri a Porto Torres, il pm chiede l’ergastolo per Fulvio Baule: «Ha agito con crudeltà»

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative