La Nuova Sardegna

La Nuova @ Scuola
La Nuova @ Scuola

Cos'è la felicità? Stare con chi amo. O un bel piatto di carbonara 

di Fiorella Tilocca*
Cos'è la felicità? Stare con chi amo. O un bel piatto di carbonara 

Una domanda difficile per la quale ognuno deve trovare la sua risposta

29 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cosa è per te la felicità? Questa è una domanda molto complessa come quando mi chiedono cosa sia l’amore per me. Beh, se dovessi dire cosa è per me la felicità, partirei dall’emozione base, ovvero la gioia. Tutti la immaginiamo gialla o comunque rappresentata da colori allegri, soprattutto chi ha visto il film “Inside Out”, che parla di emozioni, ed essa è una delle emozioni base. La felicità o la gioia può essere rappresentata da tante cose, come ad esempio una serata con la persona che ami, un’uscita con la migliore amica oppure anche fare un progetto il fine settimana. Potrei portare mille esempi, ma per me la felicità è data dai momenti insieme alla persone che amo, anche una semplice come un “ti voglio bene”, che al giorno d’oggi è una frase che si da molto per scontata. Potrà sembrare banale, ma può rendere felice qualcuno. Per me la felicità è anche mangiarmi un piatto di carbonara ad esempio, vi farà molto ridere ma anche un buon piatto o il proprio piatto preferito può essere fonte di felicità.

La felicità non è proprio una emozione, ma sono dei momenti che magari avvengono dopo i periodi bui in cui passi le giornate ad affrontare i demoni dentro la tua testa, ma la felicità arriva quando meno te lo aspetti. Vi faccio un esempio banale: magari siete da tanto che cercate l’amore o comunque una persona che vi faccia stare bene, beh non cercatela: arriva quando meno ve lo aspettate proprio come la felicità. Io per ora non so bene cosa sia la felicità, ma me la immagino così e soprattutto come ci hanno insegnato i Pinguini Tattici Nucleari “La felicità sta dentro le piccole cose” o anche Albano e Romina con la loro canzone famosissima chiama proprio “Felicità” che ci insegna come vi ho detto poc’anzi come un semplice panino con un bicchiere di vino oppure tenersi per mano sia fonte di felicità.

Quel che voglio dirvi è che la felicità non si rappresenta in un solo modo ma in tanti modi e manco ce ne rendiamo conto quindi non cercatela perché arriva sempre per tutti.

*Fiorella frequenta l’Istituto tecnico “Salvator Ruju” a Sassari
 

Il lutto

Tragedia sulla Alghero-Bosa, ecco chi erano Riccardo Delrio e Gianluca Valleriani

Le nostre iniziative