«Giardini pubblici sporchi e trascurati»

Appello al sindaco da parte del Wwf: deve essere garantito il decoro del parco intitolato allo statista Giuseppe Manno

ALGHERO. Cestini stracolmi di immondezza, bottigliette di birra sparse un po’ ovunque, il prato inglese pieno di cartacce e lattine, persino un paio di sandali da donna logori che qualcuno ha “dimenticato” su una panchina. È uno spettacolo indecoroso quello che da un po’ di tempo a questa parte offrono i giardini pubblici cittadini, in particolare quelli intitolati al magistrato e statista algherese Giuseppe Manno, che fu presidente del senato del Regno di Sardegna e che - visto che al centro del parco c’è anche una sua statua realizzata a fine Ottocento dallo scultore torinese Pietro Canonica - in qualche modo assiste in silenzio a questa scena di inciviltà.

Il dossier del Wwf. Chi invece non sta zitto è Carmelo Spada, responsabile locale del Wwf, che dopo aver scattato martedì scorso alcune fotografie che raccontano la situazione meglio di tante parole, ha messo su un dossier per poi prendere carta e penna e lanciare un appello al sindaco affinché trovi al più presto un rimedio.

«Il degrado in cui versano il Parco Manno e il Parco Cecchini, in pieno centro città, è assolutamente intollerabile - dice senza tanti giro di parole l’ambientalista -, noi del Wwf riteniamo necessario che l’amministrazione comunale faccia fare maggiori controlli ai vigili urbani, chiedendo loro di non indugiare nell’applicare agli sporcaccioni di turno le sanzioni di 150 euro previste dalle ordinanze sindacali numero 8 del 2007, numero 1 del 2008 e numero 19 del 2008».

Rifiuti. Nella sua lettera al primo cittadino, Spada tuttavia non si limita a descrivere lo stato pietoso delle aree verdi, peraltro assai frequentate, ma fa anche qualche proposta indirizzata verosimilmente all’assessore all’Ambiente Elena Riva. «A parte il potenziamento dei controlli - è la domanda retorica deil responsabile del Wwf - non sarebbe il caso di posizionare all’interno del parco i contenitori per la raccolta indifferenziata e affiancarne alcuni dedicati esclusivamente ai rifiuti di latta e di plastica ? ».

Senso civico. Spada, nella sua denuncia- appello, si rivolge però anche a tutti gli algheresi, perché «se non c’è una sensibilità particolare per la propria città, se non siamo noi i primi a volerle bene tenendola pulita, allora qualsiasi sforzo dell’amministrazione comunale risulterà vano». A questo proposito vale la pena di ricordare che i giardini Manno (9mila metri quadrati di aiuole ricche di svariate essenze) hanno subito un radicale maquillage e sono stati inaugurati nell’ottobre del 2011 dopo un investimento milionario.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes