La Nuova Sardegna

Alghero

Appalto rifiuti, se ne riparla nel 2015

di Gianni Olandi
Appalto rifiuti, se ne riparla nel 2015

Prorogato fino a settembre il servizio di raccolta della Aimeri, tempi tecnici lunghi per bandire una nuova gara

25 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ALGHERO. Da settembre dello scorso anno il servizio di igiene urbana è affidato alla società Aimeri in regime di proroga. Da quella data è infatti scaduto l'appalto che ha avuto la durata di sei anni. La Aimeri è subentrata alla Manutencoop la società emiliana che aveva vinto la gara nel 2007.

L'Amministrazione Lubrano, nel settembre scorso, aveva concesso una proroga di sei mesi e analogo provvedimento è stato assunto dalla attuale gestione commissariale fissando così per il prossimo settembre la scadenza della seconda proroga. La premessa è utile per prendere atto che di igiene urbana si potrà riparlare probabilmente dal prossimo 2015.

Infatti pur essendo stato già predisposto dagli uffici il capitolato di appalto, che prevede tra le altre cose un aumento di spesa di circa il 20 per cento, portando a oltre 60 milioni di euro per sei anni il costo del servizio, la gara non può essere bandita. Una questione tecnica: non è stato ancora approvato il bilancio del Comune. Senza la presenza e l'efficacia dello strumento contabile e finanziario dell'ente locale non è infatti possibile impegnare le somme per la gara di appalto della nettezza urbana.

Si è accennato al 2015 perché ,ammesso che si riesca entro il mese in corso ad approvare bilancio e pubblicare il bando, a volte è utile credere anche nei miracoli, sarà necessario rispettare i tempi tecnici della gara pubblica. Sempre che, si intende, la nuova amministrazione che nei prossimi giorni uscirà dalle urne, si tratta del più consistente appalto del Comune, non intenda apportare modifiche o integrazioni allo stesso bando.

Tornando alle procedure di gara sono previsti sessanta giorni per la presentazione delle offerte da parte delle ditte concorrenti, ( giugno e luglio ) altri trenta saranno necessari per la valutazione nel merito delle proposte, e siamo in pieno agosto. Poi, auspicato che non vengano presentati ricorsi, si potrà procedere alla aggiudicazione e la partita potrebbe avere bisogno di un passaggio in consiglio comunale. Tutta questa procedura oltrepasserà certamente la scadenza della seconda proroga all'Aimeri che è fissata appunto per il prossimo settembre. Non è quindi da escludere la terza proroga anche se di soli tre mesi ed ecco che si è giunti al 2015. La vicenda è emblematica sui tempi che corrono a Palazzo Civico. Sull'argomento in questi ultimi giorni è intervenuto l'ex sindaco Tonino Baldino, il quale ha suggerito di non procedere alla gara sostenendo che vanno trovate formule diverse per il servizio di igiene urbana.

In Primo Piano
Monta la protesta

Agricoltori e allevatori sardi si mobilitano: il 17 giugno comincia il “mese della collera” contro i danni della siccità

Le nostre iniziative