Il Pd: «Creare impresa nelle due tenute regionali»

Il suggerimento arriva dal capogruppo in consiglio comunale, Mimmo Pirisi Dalle due aziende si potrebbero scorporare alcune aree per giovani imprenditori

ALGHERO. L’intenzione della Regione di procedere con un bando internazionale al rilancio produttivo di Surigheddu e Mamuntanas, è stata accolta con favore soprattutto perché si recupera un bene pubblico da oltre 30 anni in abbandono.

«Potrebbe essere anche l’occasione per consentire a giovani agricoltori, sia in forma singola che associata, di disporre di quote di terreno, non più di dieci ettari, per un loro inserimento diretto nel mondo agricolo produttivo». La proposta viene da Mimmo Pirisi, capogruppo del Pd in consiglio comunale, secondo il quale «dovrebbe essere prevista una quota degli oltre 1.200 ettari da assegnare a figure professionali giovani, in possesso dei requisiti di impresa agricola, che proprio grazie alla disponibilità del terreno potrebbero usufruire dei finanziamento previsti proprio per le giovani imprese in agricoltura. Si tratterebbe di una opportunità non secondaria, capace di creare posti di lavoro, indotto, e prospettive future concrete in un settore che da altre parti ha ripreso a funzionare e a distribuire reddito». La proposta dell’esponente del Pd tradotta in numeri significherebbe destinare allo scopo 100, 150 ettari, da individuare tra Surigheddu e Mamuntanas, da assegnare a 10, 15 giovani imprenditori del territorio. Una quota che non metterà certamente in discussione qualsiasi progettualità di ordine generale che la Regione intende mettere a bando. Ma Pirisi sottolinea ancora che questo tipo di prospettiva sarebbe in grado di riportare di attualità la presenza della scuola agraria di Santa Maria La Palma, purtroppo chiusa recentemente per mancanza di studenti. «La vocazione del nostro territorio interessato da una forte presenza turistica – aggiunge –, potrebbe trovare nella nascita di nuove attività agricole, con programmi colturali ben definiti, un naturale riferimento per gli approvvigionamenti del comparto delle vacanze che abitualmente si rifornisce all’estero».

Secondo il capogruppo del Partito democratico «quella dei terreni delle due tenute agricole pubbliche è una opportunità irripetibile per dare un segno tangibile della attenzione delle istituzioni verso i giovani che, nonostante tutto, vogliono restare in agricoltura».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes