Una città più vivibile con 40mila nuovi alberi

La proposta della associazioni ambientaliste Grig, Italia Nostra, Lipu e Wwf: il verde è sviluppo sano

ALGHERO. Quarantamila alberi per migliorare la qualità della vita in città. Perchè il verde urbano è un elemento fondamentale in un centro abitato in equilibrio ecologico col territorio.

La proposta arriva dalle associazioni ambientaliste Gruppo Intervento Giuridico, Italia Nostra, Lipu e Wwf . Le quattro associazioni sottolineano l’importanza degli alberi, specie nei contesti urbanizzati e la conseguente promozione di iniziative locali per lo sviluppo degli spazi verdi urbani nell’ottica del miglioramento ambientale e della sensibilizzazione della cittadinanza. Il verde pubblico se adeguatamente pianificato, progettato e gestito, può svolgere molte funzioni e produrre importanti benefici per l’ambiente e per la società determinando i servizi ecosistemici.

«La vegetazione garantisce effetti positivi sul clima locale, sulla qualità dell’aria, sui livelli di rumore, sulla stabilità del suolo e l’assorbimento di CO2 grazie all’attività fotosintetica e alla capacità di fissare carbonio nei propri tessuti e di assorbire le sostanze gassose altamente concentrate in ambiente cittadino». Una “città verde”, quindi, oltre ad apparire esteticamente più apprezzabile anche a livello turistico, «è in grado di incontrare i fabbisogni di ricreazione, relazione sociale, crescita culturale e di salute dei propri abitanti. Tali funzioni, anche nella logica del distanziamento sociale della fase post-covid, richiedono per Alghero l’ampliamento delle attuali aree verdi - a Maria Pia e in altre aree urbane e periurbane - con la messa a dimora di 40 mila alberi quale risarcimento per l’esigua disponibilità di verde pubblico pro-capite. Un recente studio calcola in 57.800 mq - l’esigua quantità del verde pubblico di Alghero comprendendo 11 aree: dai Giardini Manno (14 mila mq) sino a Piazza Maria Carta (700 mq). Ipotizzando una popolazione estiva di 80 mila persone si ricava che ogni abitante di Alghero ha a disposizione 0,7 mq; mentre in inverno - con 40mila abitanti - la superficie è 1,4 mq per abitante. L’esiguità di tale disponibilità si evince rapportandola alla media nazionale che è di 31,5 mq pro capite».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes