Oncologici, riparte l’assistenza

Dopo tre anni di parziale stop sarà nuovamente potenziato il servizio a domicilio per malati di tumore

ALGHERO. Dopo tre anni, nel corso dei quali era stato parzialmente sospeso, da martedì prossimo sarà potenziato il servizio di assistenza domiciliare per i pazienti oncologici del distretto sanitario di Alghero.

Un servizio che era stato interrotto nel 2018 a causa del mancato rinnovo del rapporto di lavoro con il medico specialista di riferimento. Nel frattempo i pazienti sono stati seguiti, per alcuni giorni alla settimana, dalle equipe dei distretti di Sassari e Ozieri. A garantire il servizio ai pazienti oncologici algheresi sarà la dottoressa Flavia Carta. Il Distretto di Alghero conta un centinaio di pazienti oncologici che necessitano delle cure palliative domiciliari. Con l’inserimento in ruolo della referente del servizio sarà possibile garantire un intervento specialistico nell’ambito delle terapie: gli obiettivi di cura sono personalizzati e l’intensità dell'assistenza è programmata sulla base della storia clinica del paziente. L’oncologa è supportata da altre figure professionali che assicurano un approccio multidisciplinare e coordinato di attività mediche, infermieristiche e riabilitative. «L’assistenza domiciliare dei pazienti oncologici rappresenta un’attività centrale nel panorama delle cure territoriali. Con la riattivazione del servizio - afferma la dottoressa Flavia Carta - i pazienti oncologici del Distretto di Alghero possono contare su un’assistenza costante e dedicata nell’evoluzione della loro malattia. Le attività mediche, erogate secondo un approccio multidisciplinare, avvengono direttamente nel domicilio, alla presenza di familiari e caregiver. Questo consente da una parte di contenere il numero delle ospedalizzazioni e dall’altra di monitorare in modo continuativo il quadro clinico all’interno di un ambiente sicuro e protetto». Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Mario Conoci: «Un passo avanti per il riportare a condizioni migliori il livello dei servizi sanitari in città. Dopo un lungo periodo si può contare ora su una più sicura presenza e una più adeguata assistenza per i malati oncologici, persone non autosufficienti, ma anche anziani e persone con disabilità o persone con patologie croniche. Una buona notizia che va sicuramente a favore di tante famiglie che finora, per gli anni cui il servizio è venuto a mancare, hanno ricevuto assistenza in condivisione con gli altri distretti. Ora torna finalmente il servizio dedicato nel distretto di Alghero e auguro un buon lavoro all'equipe medica che grazie al potenziamento del servizio potrà colmare una grave lacuna che si è protratta oltremodo». Sull’argomento sono intervenuti anche i consiglieri comunali della Lega e del Psd’Az, Maurizio Pirisi e Roberto Trova: «finiscono finalmente i viaggi verso Sassari e Ozieri per i pazienti oncologici della nostra città. Ora - evidenziano Pirisi e Trova - avremo un servizio dedicato esclusivamente ai pazienti oncologici del distretto di Alghero. Si avverte un concreto cambio di passo da parte della Regione - concludono i due consiglieri - nella programmazione dell’assistenza sanitaria sul territorio».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes