Alghero, l'aeroporto è pronto per il decollo

Presentato il piano dei collegamenti per l’estate: le destinazioni sono 36 di cui 20 internazionali 

ALGHERO. Il rilancio della Riviera del Corallo passa indissolubilmente dalla ripartenza dei collegamenti aerei, fondamentali per una ripresa economica del territorio che basa la propria economia soprattutto sul turismo. Dunque i trasporti sono fondamentali, specie se si vive in un’isola. L'aeroporto di Alghero ha pronto da tempo un programma ben definito per una stagione di rilancio con un aumento dei collegamenti e con investimenti importanti con il Piano nazionale di ripresa e resilienza. Venerdì c’è stato un incontro tra il sindaco Mario Conoci e il direttore generale della Sogeaal (società di gestione dello scalo aeroportuale algherese), Alberto Perini. Il tema dell'incontro è stato soprattutto il rilancio del territorio attraverso una programmazione con grande prospettiva e con investimenti. «Una collaborazione tra società di gestione e amministrazione che si è intensificata – ha detto il primo cittadino Conoci – con unità di intenti che vuole raggiungere progressivamente, per superarli, i livelli di traffico pre pandemia».

Che l’estate 2021 sia la stagione della ripresa, dopo la crisi prodotta dalla pandemia da Covid-19, lo sperano tutti. Anzi, un po' tutti ne sono convinti visti anche i dati incoraggianti che arrivano sull'efficacia dei vaccini. E l'aeroporto di Alghero, vista la prospettiva, non si è fatta trovare impreparata. Da tempo i vertici aziendali hanno raggiunto accordi importanti e i segnali ci sono tutti, come viene evidenziato in una nota diramata dal comune.

La stagione estiva si riprende e amplia il livello di crescita del 2019 interrotto dalla pandemia, con il consolidamento della presenza delle compagnie low cost, con 36 destinazioni, di cui 20 internazionali che collegheranno il Nord Ovest della Sardegna con Austria, Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Irlanda, Olanda, Polonia, Repubblica Slovacca, Romania, Spagna, Svizzera e Ungheria. Ma il programma della società di gestione dello scalo catalano, illustrato dal direttore generale Perini al sindaco Conoci, guarda ad un orizzonte di crescita fatto di investimenti ed è in prima linea nell'operazione del rilancio, con l'inserimento di progettualità all'interno del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza), per utilizzo di risorse nei settori chiave dell'ammodernamento infrastrutturale, tecnologico e dello sviluppo di forme di mobilità sostenibili e intermodali.

Su questo importantissimo tema il sindaco ha garantito il massimo sostegno alla Sogeaal individuando negli investimenti sull'aeroporto una delle azioni fondamentali per lo sviluppo del territorio. «Ryanair intanto, e questo è un segnale confortante – ha evidenziato Mario Conoci – torna da protagonista e punta molto sul nostro territorio con un operativo estivo di oltre 65 voli settimanali, 22 rotte, verso destinazioni come Barcellona, Marsiglia, Napoli e Siviglia, la maggior parte delle quali partiranno dal prossimo mese di luglio».

Il sindaco di Alghero Mario Conoci e il direttore generale della Sogeaal Alberto Perini condividono la considerazione che questa stagione rappresenti un «primo passo verso la graduale ripresa turistica ed economica della Riviera del Corallo e di tutto il nord ovest sardo, favorito da una campagna vaccinale che ad oggi si sta dimostrando efficace grazie ad un lavoro d'equipe tra autorità sanitarie, amministrazione e i tanti volontari».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes