Cano alla guida di Confartigianato

Eletti il direttivo cittadino e i delegati dell’associazione per i prossimi tre anni

ALGHERO. Nuova squadra alla Confartigianato di Alghero. Qualche giorno fa sono stati eletti i nuovi dirigenti che guideranno la Confartigianato cittadina per il prossimo triennio. L’assemblea ha eletto in qualità di presidente l’imprenditore edile Carmelo Cano, impegnato nell’ambito associativo e sindacale da diversi anni.

Il nuovo presidente, dopo aver ringraziato Antonio Stellato, per tutto l’impegno profuso durante il precedente mandato alla presidenza cittadina e di dirigente di lungo corso, ha poi ringraziato gli imprenditori presenti per la fiducia accordatagli, richiedendo loro massima collaborazione per continuare ad essere al servizio delle imprese associate.

Oltre al presidente Cano, è stato eletto il direttivo comunale, formato dagli imprenditori, Antonio Correddu, Roberto Costa, Adele Fenu, Giorgio Ferdinando Marello, Anna Maria Nughes, Claudia Piras, Renato Piras e Antonio Stellato. Sono stati inoltre eletti i delegati all’Assemblea provinciale, i delegati delle federazioni di categoria e i delegati del movimento Donne Impresa nelle persone di Claudia Piras e Ramona Gabriela Siman. Durante l’assemblea cittadina, sono state affrontate le problematiche del comparto in ambito locale e non solo: ponendo in evidenza le incertezze legate all’approvazione del Puc cittadino, quale strumento che creerebbe opportunità di sviluppo non più rinviabili, all’interno di un quadro di regole certe e durature. Durante l’assemblea sono stati trattati ulteriori argomenti fra i quali: la tassazione locale, l’abusivismo e la concorrenza sleale, la difficoltà di accesso al credito, la valorizzazione del porto di Alghero, quale volano per lo sviluppo economico, ed infine il pesante impatto sulle imprese causato dalla stretta morsa del fisco.

Il direttivo locale si è ripromesso innanzitutto di collaborare con l’amministrazione comunale, esercitando le giuste pressioni affinché vengano recepite le esigenze del comparto artigiano, anche per la forte rappresentanza dell’associazione nell’ambito cittadino, rendendo più vitale la città e per agevolare lo sviluppo della sua economia. I componenti del direttivo si sono, inoltre, ripromessi di sviluppare nuovi e più qualificati servizi che possano rispondere in modo efficace alle esigenze delle singole imprese ed ai bisogni dello stesso territorio.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes