Festa del folk catalano oggi in città il gran finale

Di sera al porto l’esibizione dei giganti Bastoner poi musiche e danze popolari Il sindaco: «Evento importante per stringere legami culturali ed economici»

ALGHERO. Si conclude oggi la tre giorni dell’AdiFolk, la rassegna folkloristica catalana più famosa al mondo. Un fine settimana intenso che ha visto protagoniste anche la musica e le tradizioni della Sardegna e di Alghero, oltre che della Catalogna. Un evento che ha regalato spettacolo, ma anche opportunità di crescita per l’intero territorio algherese e sardo. «Un evento importante – dice il sindaco Mario Conoci – per stringere dei legami che hanno una valenza culturale, storica ed economica. La Sardegna e la Catalogna possono crescere insieme, fare scambi culturali ed economici. Dalla Catalogna arrivano sempre più turisti. Questo evento - prosegue - chiude di fatto la stagione turistica estiva e ci proietta con fiducia verso i festeggiamenti del Cap d'Any».

Circa mille persone provenienti dalla Catalogna hanno invaso le strade e le piazze del centro cittadino, musei aperti sono a notte fonda, locali, ristoranti e pub che hanno lavorato come in piena estate. Il porto animato dai gruppi folk, dalle luci e dalle attrazioni del luna park Matherland che ha riempito ancora di più un fine settimana che non finirà qua perché ora arriveranno altre feste per il patrono della città San Michele. Domani e martedi altre feste e musica internazionale con il gruppo pop inglese Matt Bianco e altro ancora. La Riviera del Corallo con AdiFolk e Sant Miquel ha allungato la sua stagione estiva seguendo rigorosamente le disposizioni in tema di covid. Tanta gente, ma con i dovuti accorgimenti di distanze e, in caso di ambienti chiusi, anche mascherine. Tutto è filato liscio sinora grazie ad una macchina organizzativa imponente messa in piedi da comune, fondazione Alghero e organizzatori dell'AdiFolk. Oggi, per l'ultimo giorno della festa popolare catalana il programma prevede: all'ex mercato civico di via Sassari la mostra dei giochi antichi catalani, al porto l'esibizione dei Sardanes e, sempre al porto banchina dogana esibizione Bastoner, danza dei Giganti e bestiario festivo. Alla banchina Dogana sarà festa sino alle 22 in una sorta di full immersion catalana ma anche algherese, sarda e gitana con musiche e danze. Al Quarter mattinata caratterizzata da due importanti incontri dove si parlerà di “Alghero 6 maggio 1412. I canti della conquista dei francesi” di Tonino Budruni a cura dell’Obra cultural e, a seguire, “La tradizione della Pubilla e dell’erede in Catalogna” a cura del Forment de les tradicions catalanes. Dalle ore 20.30 l'intero popolo catalano si riverserà nella banchina dogana del porto turistico per la festa di chiusura del 33° Aplec Internacional- AdiFolk. Una cerimonia di chiusura in grande stile con la partecipazione di tutti i gruppi partecipanti. Anche per oggi, così come nei due giorni precedenti, è atteso il pubblico delle grandi occasioni. Oggi l’AdiFolk saluterà Alghero e la Sardegna con la promessa che nel futuro ritornerà ancora più grande e magari con i castelli umani che in questa edizione non si sono potuti fare a causa delle restrizioni anti Covid.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes