L’Udc fa i dispetti a Conoci e il clima resta sempre teso

In consiglio comunale astensione polemica su una variazione di bilancio Centro residenziale per gli anziani: ancora ritardi nel progetto preliminare

ALGHERO. Dopo due tentativi andati a vuoto per mancanza del numero legale, si è tenuto ieri il consiglio comunale in seconda convocazione. Bastavano nove consiglieri di maggioranza per poter iniziare i lavori e al primo appello si sono presentati in quattordici. I problemi politici comunque restano tutti, come dimostra l'astensione dell'Udc su un importante atto di variazione del bilancio, in quanto “non coinvolti nelle scelte”.

Non poteva mancare l'attacco frontale dell'opposizione che, con il consigliere Mario Bruno ha fatto presente in aula che «ormai in maggioranza si parla tramite avvocati» facendo riferimento alla vicenda intera a Fratelli d’Italia. Il sindaco anche ieri o ha minimizzato in merito ai problemi interni alla maggioranza, derubricando il tutto a fatti fisiologici. Ma i problemi politici restano: l'Udc chiede di riequilibrare i pesi in giunta, dopo il passaggio di Christian Mulas nel partito centrista. E non a caso Ieri era ancora assente, la consigliera capogruppo dell'Udc Nina Ansini che, insieme ai colleghi del partito, era uscita dall'aula nelle scorse riunioni facendo chiudere anzitempo i lavori consiliari per mancanza del numero legale. È chiaro che la seduta in seconda convocazione diluisce i problemi politici almeno a livello consiliare, non essendo necessario in questo caso garantire la maggioranza assoluta in aula. Restano tuttavia da sciogliere i nodi cruciali, in una verifica aperta da mesi che sta coinvolgendo la coalizione di centrodestra in incontri bilaterali e collegiali col sindaco.

Nel corso della riunione del consiglio comunale oltre all'approvazione di alcuni debiti fuori bilancio, l'assemblea ha approvato il piano di razionalizzazione delle partecipate e una solida variazione di bilancio che tra le altre cose autorizza l'accensione di un mutuo di quattro milioni di euro per acquistare locali per gli uffici comunali da destinare ai servizi sociali. Questo provvedimento tuttavia ha fatto registrare, come detto, l'astensione dell'Udc in quanto «non coinvolta nelle scelte». Il documento è passato con 11 voti a favore, 8 contrari e 2 astenuti.

Ha fatto inoltre discutere molto la notizia data dall'assessore Peru sui ritardi nella progettazione del Centro residenziale per anziani, non essendo stato approvato ancora neanche il progetto preliminare in giunta. Tra gli altri atti approvati, il regolamento sulle terre civiche e la cittadinanza onoraria ad Andrea Alessandrini, amministratore delegato della Nobento.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes