Via ai lavori nell’area Don Bosco

Nuovo ingresso in città dalla 127 bis, si parte a marzo: sarà la Movistrade a realizzare il primo lotto

ALGHERO. Sarà l'impresa Movistrade Cogefi Srl ad eseguire i lavori di riqualificazione dell'area urbana Don Bosco-Mariotti, nell'ingresso alla città dalla statale 127 bis. Il primo lotto dei lavori, per un importo pari a 521 mila euro, prevede la realizzazione di un ampio parcheggio compreso tra le vie XX Settembre, Mazzini, De Curtis, Barraccu.

I lavori inizieranno il prossimo mese di marzo e dureranno circa 120 giorni. Inizia così la fase di restyling della vasta area che si collega con via Vittorio Emanuele, altra arteria principale in ingresso dalla statale 127 bis. Per il sindaco Mario Conoci è «la nascita di una nuova immagine per l'ingresso di Alghero, attualmente in uno stato di degrado. Non solo, ma nasce un nuovo parco in città, che diventa anche luogo di socialità». Il progetto, composto da tre lotti, va ad attuarsi nella parte più consistente, il lotto B , per il quale si sono stati destinati 521 mila euro provenienti dal bilancio comunale, su un investimento complessivo di 820 mila euro. «I tre lotti riguardano: parcheggio mini a nord, parcheggio maxi a sud, rotatoria – spiega l'assessore alle opere pubbliche Antonello Peru –. Il settore opere pubbliche raccoglie il frutto del forte impulso impresso per programmare e aprire nuovi cantieri e questo è il primo di una lunga serie di progettazioni che d'ora in avanti verranno attuate, parallelamente alla programmazione di opere di recupero e di miglioramento della città». Il progetto dell'area, oggi sterrata e poco praticabile, prevede, inoltre, la realizzazione di un manto di copertura in materiale alternativo all'asfalto bituminoso, di migliore impatto visivo, per una più sicura fruizione pedonale di quella che dovrà diventare una comoda area di collegamento con le principali viabilità (via Mazzini, via XX Settembre) e i servizi presenti (cimitero, scuole, impianti sportivi, centri commerciali). La zona cambierà completamente volto migliorando, nella prospettiva di un allaccio alla circonvallazione che partirà dal precedente incrocio del Carmine e andrà a collegarsi con la zona a sud della città. La zona strategica, dal punto di vista dell'accessibilità, cambia aspetto e migliora radicalmente nel suo ruolo rilevante per lo smistamento dei flussi che provengono dalla rotatoria esistente all'intersezione tra via Vittorio Emanuele e via Aldo Moro, che si connette sia con la parte nord della città sia con la 127 bis.

L'area di complessivi 4.450 metri quadrati, suddivisa in due porzioni, diventa uno spazio pubblico capace di generare qualità urbana e conseguenti benefici economici pubblici e privati. La nuova configurazione del piazzale garantisce 130 stalli per autoveicoli, oltre a quelli per moto e biciclette. E inoltre, il verde urbano, che assume particolare rilevanza per l'organizzazione dello spazio. Gli apparati vegetali scelti rispondono alle esigenze di schermare, ombreggiare e proteggere, ma soprattutto di concepire il progetto da un punto di vista della sostenibilità. Infine la rotatoria tra via XX Settembre e via Barraccu, prevista nel lotto C dell'appalto.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes