La Nuova Sardegna

Alghero

Scatta l'allarme

Autunno, la stagione degli incivili: centro e periferia di Alghero invasi dai rifiuti

di Nicola Nieddu
Autunno, la stagione degli incivili: centro e periferia di Alghero invasi dai rifiuti

L’ultima moda è abbandonare le auto vecchie nelle stradine di Maria Pia

28 ottobre 2022
3 MINUTI DI LETTURA





Alghero In estate la spiegazione era il numero elevato di turisti e visitatori. Adesso che siamo a fine ottobre di turisti se ne vedono molti meno, in compenso ci sono sempre più rifiuti abbandonati in alcune zone della città. Il servizio di nettezza urbana funziona regolarmente, ma, evidentemente, l'inciviltà delle persone è più forte di ogni iniziativa intrapresa per eliminare le varie discariche abusive.

Per non parlare poi delle auto abbandonate ovunque, in centro città e in periferia. Da qualche giorno un'auto è stata persino abbandonata nel terreno di proprietà comunale che, la scorsa estate, è stato utilizzato come parcheggio per la spiaggia di Maria Pia. Altra brutta abitudine di alcuni cittadini algheresi, è quella di utilizzare i cestini della spazzatura presenti nelle strade per gettare buste dove c'è di tutto, senza rispettare i giorni stabiliti per la differenziata. Sui social network, ci sono addirittura alcuni gruppi di cittadini che postano le loro foto quotidianamente ed evidenziano la maleducazione di gente che non rispetta le regole del buon vivere. Poi ci sono angoli della città che ormai sono diventate delle discariche a cielo aperto. Uno di questi angoli è sicuramente la stradina sterrata di Maria Pia, dove i Barracelli, coordinati dal Comandante Riccardo Paddeu, hanno segnalato più volte la presenza di rifiuti di ogni genere. Per non parlare anche delle automobili abbandonate nei campi e anche nelle strade cittadine, per esempio nel quartiere della Pivarada dove è anche possibile contare decine di biciclette ormai arrugginite, legate ai pali della luce. Alla Pietraia, poi, nell'area che confina con l'Istituto professionale, ci sono cumuli di plastica, mobili e anche una vecchia motocarrozzella abbandonata da tempo. I controlli sono serrati, ma è quasi impossibile tenere sotto controllo l'intero territorio comunale.

L'assessore all'Ambiente Andrea Montis lancia l'ennesimo appello chiedendo la collaborazione dei cittadini: «invito tutti i cittadini a documentarsi sulle modalità di smaltimento dei rifiuti che sono ampiamente divulgate attraverso l'app Municipium, la pagina specifica Differenziamo Alghero, il sito internet del Comune, apposite brochure informative che sono state distribuite in vari punti della città. Benché si registri, anche per quest'anno, una ottima percentuale di aumento della differenziata – prosegue – c’è ancora una parte di cittadini che purtroppo non segue le norme e tocca a noi rimediare con interventi aggiuntivi, i cui costi ricadono su tutta la collettività». L'assessore evidenzia che i controlli proseguono «giornalmente, da parte dei Barracelli, e che sono in campo anche delle complesse attività di accertamento» .

Nel frattempo proseguono gli interventi di recupero delle tante auto abbandonate. Diverse sono state portate via nei mesi estivi, altre ventitrè sono state recuperate in questi ultimi giorni nelle strade cittadine. Secondo un censimento fatto dagli uffici comunali lo scorso anno, le auto abbandonate nelle strade di Alghero sarebbero circa 120: un numero elevato e un costo di smaltimento importante per le casse comunali.
 

In Primo Piano

Video

Paura a Nuoro: incendio minaccia le palazzine di via Tullio Cicerone

La delibera

Allarme siccità, la Regione autorizza e finanzia nuovi pozzi e dissalatori

Le nostre iniziative