La Nuova Sardegna

Alghero

Polemica

«Strade e marciapiedi disastrati: qui ad Alghero troppi pericoli per noi cittadini»

di Nicola Nieddu
«Strade e marciapiedi disastrati: qui ad Alghero troppi pericoli per noi cittadini»

Disagi soprattutto per le persone con disabilità. Peru: stiamo intervenendo

26 novembre 2022
3 MINUTI DI LETTURA





Alghero Nel centro città e nella periferia, passando per il lungomare e le zone più frequentate, non mancano le lamentele per via dello stato di alcuni tratti dei marciapiedi, considerati pericolosi e, nel caso dei cittadini con disabilità, del tutto non percorribili. Da via Mazzini al Lido sino a Maria Pia le segnalazioni sono all’ordine del giorno e hanno l’obiettivo di sollecitare un intervento. Sulla questione marciapiedi e strade impraticabili interviene così Elisabetta Cambule, una cittadina con disabilità. «Ancora troppe barriere e poco rispetto per i disabili – commenta –. Non dico che mi sono stancata di segnalare ciò che non funziona, però ci sono dei momenti in cui, assistendo a certe situazioni, ti crolla il mondo addosso. Ci sono marciapiedi impraticabili da mesi e in alcuni casi da anni».

Elisabetta Cambule chiede dunque una maggiore attenzione e una maggiore cura da parte dell'amministrazione comunale. Un appello che è rivolto però anche ai privati cittadini e alle imprese che, spesso e volentieri, dopo aver eseguito i lavori, non ricoprono come dovrebbero gli scavi realizzati. «Per esempio in via Mazzini, da angolo via La Marmora ad angolo via IV Novembre, io, che sono costretta a utilizzare il deambulatore, non riesco a passare – prosegue Elisabetta Cambule –. Il pericolo, in ogni caso, è per chiunque, non solo per i disabili. Il rischio è quello di farsi parecchio male perché ci sono buche coperte male, magari con dei legni marci, e, in certi casi, con fogli di plastica. Mi appello a chi esegue i lavori in questo modo barbaro, ma anche a chi dovrebbe controllare che certi interventi, soprattutto su suolo pubblico, vengano eseguiti a regola d'arte. Ci sono delle situazioni da anarchia totale». Situazione dei marciapiedi da rivedere urgentemente anche in prossimità della pineta di Maria Pia, dove le radici dei pini hanno sollevato decine di mattonelle. Nei giorni scorsi una ragazza, per esempio, è caduta mentre faceva jogging. Tra le altre cose, sempre in viale Primo Maggio, le radici dei pini stanno sollevando anche l'asfalto su più punti, con il conseguente pericolo per gli automobilisti e soprattutto per i ciclisti e i motociclisti.

Esempi di marciapiede trappola ce ne sono diversi, così come per quanto riguarda le strade. Sul fronte manutenzioni sono stati realizzati diversi interventi, ma non basta. L'assessore ai Lavori pubblici alle Manutenzioni, Antonello Peru, dunque precisa: «Si sta intervenendo su più punti in collaborazione con Alghero In House. Gli interventi da fare sono diversi, per cui si è deciso di rinforzare ulteriormente il personale In House». L’assessore Peru aggiunge: «Non solo, ma stiamo cercando maggiori risorse per un intervento importante su marciapiedi e strade del centro e della periferia, borgate comprese. Tra l'altro, ultimata la progettazione, si parte con l'asfalto totale delle strade cittadine più martoriate. Un investimento da un milione di euro che, di fatto, è già partito».
 

In Primo Piano
Il giallo

È di Francesca Deidda il sangue ritrovato su una roccia

Le nostre iniziative