La Nuova Sardegna

Alghero

Blitz della polizia di Cagliari

Nella campagna di Alghero la base per rifornire Sassari e provincia di cocaina e hascisc: arrestato 37enne, in casa quasi 10 chili di droghe

di Luciano Onnis
Nella campagna di Alghero la base per rifornire Sassari e provincia di cocaina e hascisc: arrestato 37enne, in casa quasi 10 chili di droghe

Michele Caddeo di San Gavino secondo gli investigatori faceva parte del gruppo smantellato il 10 maggio con l’arresto di 27 persone divise in due bande, una attiva a Silanus e l’altra a Capoterra

02 settembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Alghero Aveva stabilito la sua base operativa di spaccio ad Alghero e da lì riforniva di cocaina, ma anche hascisc, Sassari e provincia. Michele Caddeo, 37 anni, cagliaritano residente a San Gavino, ricercato dallo scorso 10 maggio, quando sfuggì all’arresto in un blitz della Squadra mobile della questura di Cagliari che portò all’arresto di 27 componenti due bande sinergiche che gestivano un grosso traffico di droga in tutta la Sardegna dedite al traffico di stupefacenti, è stato arrestato ieri sera 1 settembre dai poliziotti della seconda sezione Criminalità diffusa della Mobile cagliaritana, diretta dal primo dirigente Fabrizio Mustaro.

Gli investigatori lo hanno individuato e fermato in un appartamento perso in affitto in una abitazione bifamiliare nelle campagne di Alghero, un chilometro e mezzo sulla strada per Ittiri. Stava salendo sulla sua Polo Volkswagen per andare in città quando gli sono piombati addosso, sorprendendolo, i poliziotti in borghese. Nell’appartamento gli sono stati trovati 3,6 chili di cocaina, 4,8 di hascisc e 10.300 euro in contanti.

Recentemente gli stessi investigatori della Mobile avevano arrestato a Madrid Cristopher Cruz, americano residente da lungo tempo a Cagliari, altri ricercato assieme a Caddeo sfuggito alla cattura il 10 maggio scorso nell’operazione “Primavera fredda” che aveva portato allo smantellamento delle due bande parallele che avevano basi a Silanos per il nord Sardegna e a Capoterra per il sud dell’isola. Oltre ai 27 arrestati c’erano stati anche 41 indagati. Avevano gestito in due anni un traffico di cocaina di 216 chili, con affari per 216 milioni di euro.

Adesso con l’arresto di Michele Caddeo il cerchio sui componenti le due organizzazioni di spaccio può considerarsi concluso. O quasi.

In Primo Piano
Lo choc

Sassari, maxi bolletta da mezzo milione: Abbanoa pignora i conti correnti

di Davide Pinna
Le nostre iniziative