La Nuova Sardegna

Alghero

Trasporti

Aeroporto di Alghero: ecco il progetto per raggiungerlo in treno

di Davide Pinna
Aeroporto di Alghero: ecco il progetto per raggiungerlo in treno

L’Arst ha presentato il piano e attende la valutazione ambientale. I mezzi a idrogeno partiranno dalla nuova stazione di Mamuntanas e collegheranno l’aerostazione anche con Sassari

21 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Alghero Raggiungere in treno l’aeroporto di Fertilia non sarà più un miraggio. I soldi, più di 100 milioni di euro, li aveva stanziati nel 2021 il governo, attingendo alle risorse Pnrr. E ora c’è anche un progetto di fattibilità, presentato dall’Arst alla Regione per la valutazione sull’impatto ambientale. Un collegamento ferroviario a scartamento ridotto della lunghezza di 6,7 chilometri, con annesso un impianto di produzione di idrogeno che sarà impiegato per l’alimentazione dei treni elettrici e, in futuro, degli autobus. Il progetto, presentato dall’Arst agli uffici regionali la scorsa settimana, vale 124 milioni di euro. Risorse di cui l’Azienda regionale dei trasporti dispone grazie a un finanziamento, legato alle risorse Pnrr, governativo da 140 milioni di euro.

Mamuntanas Proprio ieri, su queste pagine, il comitato residenti della borgata lamentava il degrado e l’abbandono della vecchia stazione di Mamuntanas e ne chiedeva il rilancio. In base al progetto, in realtà, la vecchia stazione sarà dismessa e demolita, e sostituita da una nuova, 200 metri più a Nord. Qui, i passeggeri che arrivano da Alghero potranno effettuare il trasbordo sui treni destinati all’aerostazione. I convogli in arrivo da Sassari, invece, potranno sia svoltare per l’aeroporto che tirare dritti verso Alghero. In futuro, ma saranno necessari un nuovo progetto e un nuovo finanziamento, sarà realizzata la diramazione che consentirà ai treni provenienti da Alghero di dirigersi verso l’aeroporto.


Aeroporto La fermata del “Riviera del Corallo” sarà una stazione rialzata rispetto al piano stradale, minimizzando l’impatto rispetto a quanto previsto dal piano di sviluppo aeroportuale. La stazione ferroviaria sorgerà esattamente sopra il parcheggio principale, a ridosso della provinciale 44.


Deposito e idrogeno A Mamuntanas, oltre alla stazione di snodo, sorgerà una grande officina deposito, dedicata al rimessaggio e alla manutenzione dei treni alimentati a idrogeno. Il deposito, così come l’impianto di produzione di idrogeno, sorgerà fra l’attuale linea Sassari-Alghero, la nuova linea per l’aeroporto e la nuova Quattro corsie. La centrale per la produzione di idrogeno avrà una capacità quotidiana di 1.500 chilogrami, la quantità necessaria, secondo le stime Arst, per alimentare i treni e anche gli autobus del trasporto pubblico locale. La produzione avverrà attraverso il trattamento dell’acqua prelevata dalla rete idrica locale, per un consumo quotidiano di circa 21 metri cubi, ossia 21mila litri. L’energia elettrica necessaria per la produzione sarà ricavata da un impianto fotovoltaico, realizzato tutto attorno, della potenza di 4 megawatt.

I tempi Per i lavori è stata stimata un’attesa di 26 mesi. Senza contare, però, i tempi per le autorizzazioni, la progettazione e gli appalti. E sapendo che, sulla carta, i lavori dovrebbero concludersi entro il 2026.

In Primo Piano
Protezione civile

Vasto incendio in Trexenta, forse è doloso

di Gian Carlo Bulla
Le nostre iniziative