Al Poetto via ai campionati mondiali di kitesurf

Cagliari, nella pattuglia italiana anche tre sardi: Lucas Rey, Davide Murtas e Andrea Caproni

CAGLIARI. Cagliari capitale degli sport sul mare: dopo gli allenamenti di Luna Rossa per la Coppa America di vela, ora arrivano i mondiali di kitesurf. Sessantacinque atleti provenienti da venticinque nazioni al Poetto sino al 18 maggio per i campionati mondiali master e junior «regata». È la terza volta che lo Yacht club Cagliari ospita la manifestazione.

Ieri è terminata la fase degli arrivi e delle registrazioni, oggi c’è stata la regata di prova per consentire ai kiters di prendere confidenza con il campo di gara.

Da domani fino a domenica spazio invece alle regate vere e proprie che assegneranno, per la prima volta in un evento separato i titolo di master e youth.

«La speranza - ha detto il presidente dello Yacht club, Alberto Floris - che in quest'ultima categoria ci siano magari i futuri olimpionici di Tokyo nel 2020. Ci sembra un bel modo di festeggiare i primi cinquant'anni dello Yacht club».

Il campionato sarà articolato in tre fasi: le regate di domani determineranno la prima scrematura. Poi venerdì e sabato alla fase «medal», quella decisiva per la vittoria con i titoli che saranno assegnati domenica.

I favoriti. Tra i giovani, categoria Youth, occhi puntati sul tedesco Florian Gruber, campione assoluto del mondo in carica. Tra i master i favoriti sono il polacco Tomek Janiak e il canadese Adam Vance. Nella pattuglia italiana ci sono anche tre sardi: Lucas Rey (Youth), Davide Murtas e Andrea Caproni (master). Il quartier generale della manifestazione è stato allestito davanti al Lido dell'esercito italiano.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes