La Nuova Sardegna

Cagliari

Elmas, dipendenti comunali in stato di agitazione

Secondo i sindacati sarebbe in atto un comportamento «che impedisce la tutela dei diritti dei dipendenti»

28 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





ELMAS. I dipendenti comunali sono in stato di agitazione. Una mobilitazione che è partita ieri mattina con la protesta degli impiegati nel municipio di via Del Pino Solitario. I motivi del braccio di ferro con l'amministrazione comunale sono stati sintetizzati in un comunicato diffuso dai rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil.

«Ci sono gravi inadempienze da parte della giunta che ci portano ad inasprire la lotta per un miglioramento della situazione all'interno del palazzo civico – hanno scritto le rappresentanze delle forze sociali – Ci sono delle carenze relative alle mancate contrattazioni, concertazioni e consultazioni per venire incontro agli interessi dei lavoratori soprattutto riguardo ai pagamenti del salario accessorio. Non solo. Abbiamo riscontrato un palese comportamento antisindacale che impedisce la tutela dei diritti dei dipendenti».

Inutili i tentativi di giungere ad un accordo. «Abbiamo cercato di risolvere la vertenza, ma con una giunta litigiosa al suo interno ed incoerente rispetto agli impegni assunti è stato inevitabile lo stato di agitazione – ha aggiunto Priamo Foddis (Uil) – Il paradosso è che il sindaco Piscedda appena pochi giorni fa tuonava contro la lentezza della macchina regionale, vantando una velocità supersonica degli uffici comunali. Evidentemente, non si conoscono i problemi della città». (luciano pirroni)

In Primo Piano
L’incidente

Salta una valvola dell’alta pressione, paura a Perdasdefogu per un operaio

di Lamberto Cugudda

Video

Daniela Falconi sindaca di Fonni è la nuova presidente dell'Anci Sardegna

Le nostre iniziative