La Nuova Sardegna

Cagliari

Inchiesta per peculato, Murgioni è il quarto onorevole arrestato

Si aggiunge a Mario Diana, Carlo Sanjust e Sisinnio Piras

31 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Eugenio Murgioni è il quarto consigliere regionale arrestato nel corso dell’inchiesta per peculato, aperta l’anno scorso, sulle spese dei fondi dei gruppi consiliari, cancellati da questa legislatura.

A fine 2013 le indagini della procura di Cagliari, affidate al pm Marco Cocco, hanno portato agli arresti, per la prima volta nella storia dell’autonomia della Sardegna per reati contro la pubblica amministrazione, di tre consiglieri allora ancora in carica e poi sospesi: Mario Diana (ex capogruppo del Pdl poi di «Sardegna è già domani»), Carlo Sanjust (Pdl, già componente della commissione Cultura) e Sisinnio Piras (Pdl, che ha patteggiato 20 mesi di pena). Arrestato anche l’imprenditore cagliaritano Riccardo Cogoni (anche lui ha patteggiato un anno e otto mesi) accusato di aver aiutato i politici emettendo fatture false.

Diana e Sanjust, arrestati nel novembre scorso, hanno trascorso settimane in cella, il primo a Oristano, la sua città, nel carcere di Massama, il secondo a Buoncammino, prima di essere rimessi in libertà. fondi

Elezioni regionali 2024
Dopo il voto

Elezioni regionali, il centrodestra ancora spera nel ribaltone

Le nostre iniziative