Cagliari, alla Marina impossibile dormire fino alle 3 del mattino

Un significativo lenzuolo di protesta nel quartiere Marina (foto Mario Rosas)

L'inquinamento acustico nel quartiere della movida supera i limiti di legge di 3 decibel e la pace ritorna soltanto a notte fonda

CAGLIARI. Nel quartiere Marina di Cagliari si può dormire solo dopo le 3 di notte. Nel rione dall’anima turistica, i suoni legati alla movida sfondano i limiti di legge di almeno 3 decibel e calano solo a notte fonda. Sono questi di dati Arpas 2014 rilanciati stamane da Legambiente Sardegna che, in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile, ha organizzato in via Roma a Cagliari un punto informativo sull’inquinamento acustico.

I rilevamenti acustici alla Marina erano stati ordinati dal prefetto di Cagliari a seguito delle tante segnalazioni dei residenti che lamentavano di non poter più riposare a causa del rumore provocato dai tanti avventori che si riversavano nei locali della zona. Stando ai dati raccolti dunque, è emerso che nel quartiere - soprattutto nel periodo estivo - i limiti di legge vengono superati di una media di 3 decibel per calare solo dopo le tre del mattino.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes