Cagliari, cura con le parole: Gabriella Mereu radiata dall'albo dei medici

Gabriella Mereu

La donna ha pubblicato un post su Facebook per assicurare i suoi seguaci che continuerà a occuparsi di loro in conferenze e convegni

ROMA. Gabriella Mereu, la 'santonà che afferma di guarire le malattie soltanto con la parola, è stata radiata definitivamente dall'ordine dei Medici. Ad affermarlo è la stessa ex dottoressa in un post su Facebook in cui dà conto della sentenza d'appello sul suo caso, che ha confermato la sanzione decisa dall'Ordine di Cagliari nel 2015.

«Due giorni fa - scrive Mereu - sono stata radiata, senza che mi sia stata concessa la discussione in appello, dalla corte centrale. Le motivazioni della radiazione sono date dal fatto che "non do il consenso informato", questa accusa, per il mio modo di operare, non ha senso in quanto non do farmaci e non tolgo farmaci alle persone».

Fra le pratiche "alternative" portate avanti da Mereu, che ora deve smettere di esercitare e a cui rimane solo l'appello ulteriore in Cassazione, c'era quella di curare le infezioni femminili delle vie urinarie inserendo una medaglietta nella vagina. recentemente sul proprio sito si era anche detta convinta di poter guarire Charlie Gard con una "terapia radionica", in grado di guarire a distanza.

«Processata in maniera sommaria come dal tribunale dell'Inquisizione - conclude il post su Facebook - sono stata mandata via dall'albo dei medici. Continuerò a prendermi cura di voi e a insegnarvelo in conferenze convegni e seminari perchè la gente ha bisogno di me».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes