Monserrato, finge di essere armato ma la rapina fallisce

Il bar di Monserrato bersaglio del rapinatore

Un 29enne è entrato in un bar  ma a farlo scappare è stato lo stesso proprietario dell'esercizio

MONSERRATO. Si è finto armato per tentare una rapina in un bar, ma alla reazione del gestore ha preferito darsela a gambe a mani vuote. Il rapinatore maldestro è stato poi identificato, rintracciato e arrestato dai carabinieri. E' un 29enne di Monserrato già noto alle forze dell'ordine.

E' accaduto nel primo pomeriggio di oggi 22 ottobre in via Porto Botte. Il giovane apprendista rapinatore è entrato nel locale in un momento in cui non erano presenti avventori. Con in testa il cappuccio della felpa e tenendo la mano destra infilata nella tasca per far credere di impugnare un'arma, ha ordinato al barista di dargli i soldi del registratore di cassa. Il titolare del locale ha però reagito con determinazione e gli si è fatto incontro sfidandolo a sparare, inducendo il malfattore (sicuramente disarmato) a fuggire in tutta fretta senza avere avuto quanto chiesto.

In via Porto Botte sono poi arrivati, avvisati telefonicamente, i carabinieri della stazione di Monserrato che hanno ricevuto una dettagliata descrizione delle sembianze del rapinatore. Ai militari non è servito molto tempo per capire chi fosse, una loro vecchia conoscenza. Si sono così messi alla ricerca del sospettato e lo hanno fermato. Mostrato al barista, quest'ultimo non ha avuto esitazione nel riconoscerlo. L'arrestato domani sarà accompagnato in tribunale a Cagliari per il processo con giudizio direttissimo.(luciano onnis)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes