Esterzili, denunciato per la truffa a un imprenditore

Un veneto aveva venduto on line centraline per fari di un'auto incassando i soldi senza spedire la merce

ESTERZILI. I carabinieri della stazione di Esterzili coadiuvati dai colleghi della compagnia di Isili, al termine di complesse e articolate indagini, sono riusciti ad identificare il presunto autore di una truffa messa a segno nel mese di novembre dello scorso anno ai danni di un imprenditore di Esterzili. E’ un trentatreenne residente in Veneto che è stato denunciato a piede alla procura della repubblica di Lanusei con l’accusa di truffa.

La vittima attratto da una offerta convenientissima aveva ordinato tre centraline per fari Xenon per autovettura messe in vendita attraverso uno dei tanti siti on line. La compravendita si è rivelata una truffa. Il presunto venditore, infatti, dopo aver negoziato la cessione e concluso l’affare aveva chiesto e ottenuto il pagamento tramite bonifico. Incassati i soldi, però non ha provveduto alla spedizione dei fari rendendosi di fatto irreperibile.

L’imprenditore ha deciso di rivolgersi ai carabinieri della stazione di Esterzili ai quali ha presentando formale denuncia. Gli accertamenti investigativi hanno consentito ai militari di accertare che l’annuncio sul sito di vendita on line e il conto corrente utilizzato per ricevere il bonifico erano riconducibili alla stessa persona che è stata identificata e come detto denunciata in stato di libertà per truffa. Gian Carlo Bulla

WsStaticBoxes WsStaticBoxes