Concorsi scuola, i precari sardi alla viceministra: "Il sito del ministero è già in tilt"

La protesta dei precari in occasione della visita della viceministra Anna Ascani (foto Mario Rosas)

La rappresentante del governo in visita istituzionale, i docenti lanciano l'sos anche sul mancato riconoscimento della formazione pregressa

CAGLIARI. Altri problemi denunciati dai precari: «In questi giorni scade l'iscrizione per i docenti alle Graduatorie Provinciali per le Supplenze (Gps) e contemporaneamente scadono le iscrizioni ai concorsi scuola. Si stima che le domande inviate al sistema raggiungeranno la cifra di 1 milione. Ad oggi il sistema informatico del Ministero è bloccato, si registrano migliaia di anomalie ed errori e l'impossibilità di concludere l'iscrizione. Il Ministero dimostra di non essere in grado di gestire le procedure che propone, non ci sa dire come riapriremo le scuole, non ci sa dire come garantirà insegnanti in cattedra a settembre. Ci sa solo parlare di banchi a rotelle».

Altra grana sollevata: «La nuova tabella titoli per la valutazione dei punteggi delle supplenze, prodotta con ordinanza ministeriale e senza alcun passaggio in Parlamento contiene delle svalutazioni del punteggio dei precari storici. Dopo 15 anni di validità i titoli artistici, i master, i servizi atipici, non verranno più valutati in modo retroattivo. Questa formazione è costata ai precari denaro e tempo. Il fatto che non venga più valutata manderà in fondo alle graduatore centinaia di precari che potrebbero non riuscire a lavorare il prossimo anno. Il Ministero sta giocando con il lavoro e la vita di migliaia di madri e padri di famiglia». (Ansa).

La viceministra all'Istruzione in Sardegna: "Basta con le classi pollaio e il precariato degli insegnanti"

La rabbia dei precari in attesa della viceministra all'Istruzione: "Il sito del ministero non funziona, impossibile accedere ai concorsi"

WsStaticBoxes WsStaticBoxes