cagliari
cronaca

Bracconieri in azione a Capoterra: scoperti e denunciati

I due sono stati sorpresi da agenti del Corpo Forestale a piazzare lacci per la cattura di cervi e cinghiali nel parco di Gutturu Mannu


08 dicembre 2020


CAPOTERRA. Bracconieri colti con le mani nei lacci all’interno del Parco regionale di Gutturu Mannu dagli agenti della stazione forestale di Uta. E’ accaduto questa mattina di buon’ora in due distinte località del Parco nel corso di una operazione anti bracconaggio dei forestali. I due bracconieri erano intenti a posare cavetti per la cattura in una zona densamente popolata da cervi e cinghiali.

I du, che ufficialmente svolgono la professione di operai specializzati in imprese operanti nella raffineria di Sarroch, già pregiudicati per reati di bracconaggio, sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per esercizio di caccia con mezzi non consentiti e in zona protetta. Tale reato è punito con una sanzione di 12 mesi di reclusione. Nel corso dell'operazione sono stati recuperati e sottoposti a sequestro circa 150 cavetti d'acciaio e 40 chili di carne di cinghiale catturato illegalmente.(luciano onnis)

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.