Sette cuccioli abbandonati a Torre delle Stelle, salvati dalle guardie zoofile di Fareambiente

Ora si trovano in quarantena nel canile di Maracalagonis, nel giro di quattro-cinque settimane saranno disponibili per l’adozione

CAGLIARI. Se a Torre delle Stelle la presenza di mute di cani randagi è diventata ormai una piaga, con aggressioni continue e gatti domestici massacrati, dal grande villaggio sul mare fra Maracalagonis e Sinnai non arrivano soltanto brutte notizie: due giorni fa le guardie zoofile di Fareambiente, al comando di Luca Mura, sono riuscite a recuperare dopo un lungo “pedinamento” sette cuccioli di cane che vivevano in stato di abbandono nella parte alta della lottizzazione. Sono due maschi e cinque femmine, che ora si trovano in quarantena al canile di Maracalagonis. Sono stati sverminati, vaccinati e presto avranno il microchip, come stabiliscono le norme. Nel giro di quattro-cinque settimane, non appena arriverà il via libera della direzione sanitaria, saranno disponibili per l’adozione.

Senza l’intervento delle guardie zoofile la sorte dei cuccioli sarebbe stata segnata: in questo periodo il villaggio è semideserto, per cani in così tenera età sarebbe stato impossibile procurarsi cibo. Erano infatti in evidente stato di denutrizione, le loro madri non stanno meglio ma per ora sono inavvicinabili. Il lavoro delle guardie però andrà avanti per risolvere anche la loro situazione: “In questi giorni – ha spiegato Luca Mura – stiamo monitorando la zona con i droni, cerchiamo di capire dove si trovano i cani, compresi quelli che si sono dimostrati pericolosi per i numerosi gatti di Torre delle Stelle”.

Nessuna intenzione, com’è ovvio, di fare del male ai randagi: con l’aiuto dei volontari che operano da anni nel villaggio verrà cercata una sistemazione anche per loro. Il progetto, a lungo sollecitato da chi si occupa delle colonie feline di Torre, è di avviare una stretta collaborazione con il Comune di Maracalagonis per migliorare le condizioni di vita degli animali sul territorio e tenere sempre sotto controllo la situazione. Finora le indispensabili sterilizzazioni dei gatti randagi sono andate avanti tra mille difficoltà grazie all’impegno anche economico dei volontari, che hanno mezzi limitati. L’aiuto delle guardie zoofile si è dimostrato importante, ma ancora non basta a risolvere la situazione.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes