Passaporto falso per il permesso di soggiorno: 23enne arrestato a Cagliari

La falsificazione non è sfuggita al funzionario dell'Ufficio della questura

CAGLIARI. Si presenta in questura con un passaporto falso per ottenere il permesso di soggiorno, arrestato dagli agenti della Sezione Criminalità Diffusa della Squadra Mobile hanno arrestato un cittadino della Repubblica di Guinea di 23 anni. Il giovane guineano si era presentato nella mattina di ieri 22 aprile presso gli sportelli dell’Ufficio per l’immigrazione e per gli stranieri, per presentare l’istanza di conversione del permesso di soggiorno da motivi umanitari a lavoro subordinato, procedura che impone al cittadino straniero – richiedente – l’esibizione di un documento di identità valido, appunto il passaporto.

Il ragazzo ha esibito all’operatore dell’ufficio della questura, incaricato di istruire la pratica, un passaporto della Repubblica di Guinea, riportante la data di emissione risalente a circa tre anni fa. Il poliziotto, però, ha subito dubitato sulla sua autenticità, accorgendosi della presenza di alcune anomalie, visibili a colpo di un occhio esperto. Infatti, nel documento non erano presenti gli elementi di sicurezza visibili alla luce ultravioletta e non presentava la pellicola con degli ologrammi visibili tramite raggi UV.

Tali alterazioni sono state verificate attraverso un controllo più approfondito, effettuato insieme agli investigatori della Squadra Mobile, i quali hanno accertato il possesso del documento falso valido per l’espatrio e per questo hanno tratto in arresto il giovane. Mentre nella mattina di oggi lo straniero sarà presentato all’udienza direttissima, prosegue il lavoro dei poliziotti per gli accertamenti sull’attività di falsificazione e l’individuazione di ulteriori soggetti coinvolti.(l.on)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes