Pierina Sanna centenaria di Samatzai: festa con la sua bella famiglia

Pierina Sanna con la sua bella famiglia

Lavoro in casa e nei campi con la grande passione del cucito

SAMATZAI. Festa grande a Samatzai nella comunità alloggio comunale “Caterina Ecca” di via Papa Giovanni Paolo Primo, gestita dalla cooperativa “Lago e Nuraghe” di Senorbì, per il centesimo compleanno di Pierina Sanna. La neo centenaria primogenita dei 4 figli messi al mondo da Priama Boi, casalinga, e Giuseppe, agricoltore, è nata a Samatzai il 29 settembre 1921, di giovedì, il giorno in cui la chiesa venera i santi Michele e Gabriele. Nonna Pierina ha frequentato con profitto le prime quattro classi della scuola elementare. Avrebbe voluto proseguire gli studi, per i quali era portata, ma la madre si è opposta e si è dovuta ritirare. Dopo un breve fidanzamento si è sposata il 25 settembre 1949 con Giovanni Corongiu, un agricoltore, suo compaesano. Il matrimonio è stato celebrato a Samatzai nella chiesa parrocchiale di San Giovanni.

Tzia Pierina ha messo al mondo 3 figli: Franco (71 anni, è stato sindaco di Samatzai dal 1980 al 1985), Bruno (69), Raimondo (65). Ha fatto prevalentemente la casalinga e quando c’era necessità si è sempre prestata ad aiutare il marito nel lavoro dei campi. Ha acquistato una macchina da cucire. Nei ritagli di tempo libero ha potuto coltivare la sua passione per il cucito solo però sino alla prima metà degli anni settanta quando suo malgrado fu costretta a rinunciare a causa della perdita della vista che ha riacquistato, dopo poco più di trentanni di cecità, nel 2005 grazie ad alcune operazioni, tra le quali la sostituzione del cristallino.

Pietrina Sanna dopo la morte del marito avvenuta il 26 maggio 2000 ha vissuto da sola sino al 2016 anno in cui non è stata bene. Cinque anni fa ha deciso di trasferirsi nella comunità alloggio dove si è ben inserita e partecipa con interesse ed entusiasmo a tutte le attività che vengono proposte dalle operatrici. Quando è libera dagli impegni collettivi cuce e legge.

Ai festeggiamenti, svoltisi nell’ampio cortile della struttura, iniziati dopo la messa di ringraziamento celebrata dal parroco di Samatzai don Michele Saddi, hanno partecipato oltre ai figli e alle nuore, al fratello Giovanni, novantaduenne, ai nipoti Veronica, Matteo, Martina, Federico, Giulia e ai pronipoti Noemi e Ambra, Enrico Cocco, il sindaco del paese del Medio Campidano, il personale e tutti gli ospiti della comunità alloggio.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes