La Nuova Sardegna

Cagliari

Violenza domestica

Maltratta la moglie disabile e il figlio, in cella un 66enne di Sestu

Maltratta la moglie disabile e il figlio, in cella un 66enne di Sestu

L’uomo, che in passato era già stato protagonista di episodi analoghi, è stato trasferito in carcere a Uta

22 novembre 2022
1 MINUTI DI LETTURA





Sestu Maltratta ripetutamente la moglie invalida e il loro figlio, minacciandoli di morte anche davanti alla polizia, finisce in carcere a Uta un uomo di 66 anni di Sestu. Era già stato allontanato in passato dal giudice dall’abitazione di famiglia per la sua violenza.
L’episodio è avvenuto l’altra sera a seguito di una lite in famiglia, quando un giovane ha chiesto aiuto alla polizia per i continui i comportamenti violenti subiti nei suoi confronti e della madre invalida,  da parte del padre.

Gli agenti del commissariato di Quartu, dopo aver tranquillizzato le vittime, hanno appreso come il 66enne,  già indagato in passato per maltrattamenti in famiglia, fosse stato anche destinatario della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare. Al termine del provvedimento è rientrato in casa e, nonostante il procedimento penale in corso, ha assunto gli stessi atteggiamenti denigratori, minacciosi ed ingiuriosi nei confronti dei propri familiari.
Durante l’intervento, malgrado diversi tentativi di persuasione da parte dei poliziotti risultati vani, l’uomo non ha esitato a minacciare più volte di morte la moglie ed il figlio, manifestando rabbia e rancore nei loro confronti. Gli operatori, hanno pertanto tratto in arresto il 66enne per il reato di maltrattamenti contro familiari e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Uta (Ca). (l.on)

In Primo Piano
Tribunale

Nuoro, Roberta Barabino condannata a 7 anni e 8 mesi di reclusione

di Valeria Gianoglio

Video

Olbia, il sindaco Nizzi sulla ruspa in versione operaio: «Giù il ponte di via Galvani»

Le nostre iniziative