La Nuova Sardegna

Cagliari

Criminalità

Villasor, rubano in casa del prete che li aveva aiutati economicamente

Villasor, rubano in casa del prete che li aveva aiutati economicamente

Due uomini e una donna sono accusati di furto aggravato e danneggiamento

05 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Villasor  Hanno  rubato nella canonica del parroco che nel recente passato aveva fatto loro beneficenza. Tre nomadi di etnia rom residenti nel campo di Sirai a Carbonia sono stati individuati dai carabinieri e denunciati per furto aggravato e danneggiamento. Nella mattina del giorno di Santo Stefano, i tre nomadi due uomini e una donna, sono giunti a Villasor con un auto Bmw e hanno parcheggiato vicino alla chiesa di San Biagio, nel centro del paese. I tre ben conoscono il parroco di Villasor Don Salvatore, per avergli richiesto in passato donazioni economiche e atti di carità. Conoscevano altresì le abitudini e l'accesso all'abitazione. Mentre i due uomini attendevano in auto, la donna è entrata con disinvoltura in parrocchia per verificare che non ci fosse nessuno nella chiesa né nella attigua canonica. Poi la nomade con un segnale si è fatta raggiungere da uno dei complici con il quale ha forzato con un cacciavite la porta della canonica, entrando negli appartamenti del parroco, mentre il terzo uomo rimaneva in attesa all'esterno, facendo il palo. I ladri avevano ipotizzato probabilmente che all'interno della canonica e della chiesa vi potessero essere molti soldi, le offerte delle messe della vigilia e del Natale. Di fatto i due hanno rovistato tutti i cassetti e sottratto circa 200-300 euro in monete e piccole banconote. L'azione repentina ed efficace dei ladri è durata solo 9 minuti. Le videosorveglianze di zona, ancora una volta fondamentali, hanno permesso ai carabinieri la ricostruzione del fatto  e l'identificazione certa degli autori del furto.(l.on)

In Primo Piano
Strutture ricettive

Lotta al sommerso nel turismo: sul mercato tante offerte sospette

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative