La Nuova Sardegna

Cagliari

Cinque container

Pellet di scarsa qualità con etichette fasulle: 120 tonnellate sequestrate nel porto canale di Cagliari

Pellet di scarsa qualità con etichette fasulle: 120 tonnellate sequestrate nel porto canale di Cagliari

Operazione della Guardia di finanza e dell’Ufficio Dogane

11 marzo 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Centoventi tonnellate di pellet stipate in cinque container provenienti dal Marocco e destinate a essere commercializzate in Sardegna, sono state sequestrate nel porto canale di Cagliari dai finanzieri del 1° Nucleo Operativo Metropolitano e dai funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Cagliari. Il legale rappresentante della società importatrice è stato denunciato a piede libero con l’accusa di aver introdotto in Italia un prodotto industriale recante segni mendaci, atti a indurre in inganno il compratore sulla qualità del combustibile.

Le 120 tonnellate di pellet destinate all’uso del riscaldamento domestico, erano stati importati da una società italiana con sede nel nordest della penisola, che li avrebbe poi immessi in commercio in varie parti della Sardegna. Effettuato un prelievo di campionatura sulla merce ed esperite le relative analisi presso i laboratori chimici dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, sono emerse delle difformità in relazione alla composizione chimica.

«In estrema sintesi – sostiene la Guardia di finanza -, la libera disponibilità della merce, riportante in etichettatura le indicazioni mendaci relative alla qualità del prodotto, avrebbe permesso all’importatore la distribuzione e la vendita di merce di bassa qualità a fronte di un’alta qualità dichiarata, con conseguente induzione in inganno dei consumatori finali».(l.on)

In Primo Piano
L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative