La Nuova Sardegna

Cagliari

Longevità

I 100 anni dell’ex ferroviere Erminio Zedda: da Muravera alla Lombardia per lavorare e poi il ritorno nella sua terra

di Gian Carlo Bulla

	Erminio Zedda
Erminio Zedda

Festa sobria nella casa per anziani di Quartu assieme ai figli, ai nipoti e ai pronipoti

16 settembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Muravera Festa sobria nel "Centro Alba", la casa per anziani di via San Francesco a Quartu per il centesimo compleanno di Erminio Zedda. Il neo centenario, ultimogenito degli otto figli di Virginia Pilia, casalinga, deceduta all' eta' di 102 anni, e Pietro, agricoltore, e' nato a Muravera il 16 settembre 1923. Ha frequentato solo le prime tre classi della scuola elementare. Ha conseguito la licenza elementare da adulto dopo aver frequentato un corso serale e sostenuto l'esame.

«Il possesso della licenza elementare – racconta - era indispensabile per partecipare ad un concorso indetto dalle Ferrovie dello Stato del quale sono risultato vincitore». Mentre era in corso la seconda guerra mondiale ha assolto agli obblighi militari di leva. La ferma e' stata prolungata sino al 1945, anno di conclusione del conflitto. «Dopo il periodo di addestramento sono stato trasferito in Sicilia. Per mia fortuna non sono stato inviato nei fronti del conflitto- Dall’autunno del 1943 e sino al 1945 ho fatto parte del contingente militare allestito per dare la caccia al bandito Salvatore Giuliano, uno degli autori della strage di Portella della Ginestra, avvenuta i 1 maggio 1947, che si era dato alla macchia dopo aver ucciso un carabiniere». Nonno Erminio dopo essere stato congedato ha fatto l'agricoltore nell’azienda di famiglia e l'operaio. «Il 24 dicembre 1951, la vigilia di Natale, dopo un lungo fidanzamento, mi sono sposato con Mariuccia Scroccu. Il matrimonio e' stato celebrato a Muravera nella chiesa parrocchiale di San Nicola di Bari dal parroco don Bruno Prost». Dall'unione sono nati due figli Carlo e Laura. Nel 1959 dopo aver vinto il concorso alle ferrovie dello stato Tziu Erminiu è emigrato in Lombardia dove ha vissuto e risieduto con la famiglia sino al 1987, anno del collocamento anticipato in pensione. «Sono andato in pensione anticipatamente perché, spiega, essendo ex combattente ho usufruito di uno scivolo».

Sino a pochi anni fa Erminio Zedda ha coltivato il mandorleto e il frutteto di famiglia, ereditato dal padre. Ha risentito moltissimo della morte della moglie avvenuta nel 2018. Tifoso del Cagliari ha gioito nel 1970 per la conquista dello scudetto: «Noi emigrati abbiamo provato una grandissima gioia». Alla festa di compleanno oltre ai figli, ai tre adorati nipoti e ai 2 giovanissimi pronipoti, Aurora e Anastasia, hanno partecipato il personale della casa di riposo e gli altri ospiti. 

A Muravera vive e risiede un altro centenario Antonio Pilia, ex sottufficiale della polizia stradale, nato a Dolianova il 26 giugno 1923.

In Primo Piano
Incidente

La Maddalena, con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale della Marina

Video

Processo Grillo, Corsiglia si difende in aula: «Nessun abuso, con la ragazza un rapporto sessuale»

Le nostre iniziative