La Nuova Sardegna

Cagliari

La storia

Fanno lavori in casa e i vicini danno l’allarme pensando a un’occupazione abusiva, la polizia interviene e trova eroina e cocaina

di Luciano Onnis
Fanno lavori in casa e i vicini danno l’allarme pensando a un’occupazione abusiva, la polizia interviene e trova eroina e cocaina

Dopo i controlli degli agenti un 42enne è finito in manette

04 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari La polizia era intervenuta perché era stata segnalata l’occupazione abusiva di un appartamento, finisce che arrestano un uomo di 42 anni per l’ipotesi di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Nella tarda serata di ieri 3 aprile, gli agenti della squadra volante sono intervenuti in Via Bosco Cappuccio in quanto alcuni residenti avevano segnalato delle persone che forzavano la porta di ingresso di un’abitazione privata, con il probabile intento di occuparla abusivamente.

Sul posto i poliziotti hanno accertato che il figlio della proprietaria, insieme ad altre persone, stavano invece sostituendo la porta di ingresso perché mal funzionante. Durante il controllo delle generalità dei presenti, gli agenti hanno notato un uomo che si allontanava verso una delle camere con l’intento di sottrarsi al controllo. È stato bloccato e identificato e durante la perquisizione personale sono stati rinvenuti, occultati all’interno del marsupio, 34 involucri di plastica contenenti cocaina ed eroina,  e la somma di 300 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio.

Il 42enne, con diversi precedenti di polizia, è stato accompagnato negli uffici della questura in stato di arresto per l’ipotesi di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Stamattina, giovedì 4 aprile, l’arresto è stato convalidato e il giudice ha concesso i termini a difesa, rimettendo in libertà l’indagato.

In Primo Piano
Allarme

Emergenza siccità, la Baronia come il Texas: asciutti anche i pozzi

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative