La Nuova Sardegna

Cagliari

Prevenzione

Truffe agli anziani, ecco come difendersi: i carabinieri concludono le conferenze informative in 28 comuni di Medio Campidano e Marmilla

di Luciano Onnis
Truffe agli anziani, ecco come difendersi: i carabinieri concludono le conferenze informative in 28 comuni di Medio Campidano e Marmilla

Più di 340 over 60 hanno partecipato attivamente agli incontri, dimostrando un vivo interesse e apprezzamento per l'iniziativa, che si inserisce in un più ampio quadro di attività volte a garantire la sicurezza da parte della Benemerita

01 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sanluri I carabinieri insegnano agli anziani come difendersi dalle truffe online e da falsi funzionari di enti pubblici che si presentano nelle abitazioni. La Compagnia di Sanluri, con il coordinamento del comandante maggiore Aldo Meluccio, ha portato a termine un ciclo di conferenze informative destinate agli anziani in 28 comuni del Medio Campidano e della Marmilla, con l'obiettivo di sensibilizzare e informare questa fascia di popolazione sui rischi legati alle truffe. Più di 340 over 60 hanno partecipato attivamente agli incontri, dimostrando un vivo interesse e apprezzamento per l'iniziativa, che si inserisce in un più ampio quadro di attività volte a garantire la sicurezza da parte della Benemerita.

Le conferenze si sono svolte in 28 diversi comuni, offrendo un'opportunità capillare di informazione e formazione. Ogni incontro è stato strutturato in modo da favorire la comprensione e la partecipazione degli anziani, con momenti di dialogo e risposte a domande specifiche. Gli argomenti trattati sono stati scelti con cura, analizzando le tipologie di truffe più comuni che, anche di recente, hanno colpito questa fascia di popolazione: truffe porta a porta, truffe telefoniche, truffe online, furti di identità. Sono stati illustrati i metodi più utilizzati dai truffatori per ingannare gli anziani, anche direttamente a casa loro, spiegando come riconoscere i segnali di pericolo e le precauzioni da prendere per evitare di cadere in questi raggiri. Un focus particolare è stato dedicato alle chiamate truffaldine, in cui i malintenzionati si spacciano per appartenenti alle forze dell’ordine, operatori di servizi o parenti in difficoltà. I partecipanti hanno imparato come verificare l'autenticità delle chiamate e come comportarsi in caso di sospetto. Con la crescente diffusione di internet e la necessità che anche gli anziani hanno di utilizzarne i servizi ormai indispensabili, le truffe online sono diventate un problema rilevante.

Sono stati forniti consigli su come navigare in sicurezza, riconoscere siti e email fraudolenti, e proteggere i propri dati personali. Gli anziani sono stati informati sui rischi legati al furto di identità e su come proteggere le proprie informazioni sensibili. Sono stati illustrati i segnali di un possibile furto di identità e le azioni da intraprendere in caso di sospetto. Oltre a trattare specifiche tipologie di truffe, le conferenze hanno offerto una serie di buone prassi generali per aumentare la sicurezza personale degli anziani. Tra queste, l'importanza di mantenere una rete di contatti fidati, di non pubblicare informazioni personali attraverso i social, anche con il semplice riferimento ai periodi in cui ci si allontana da casa per le ferie, e di segnalare tempestivamente qualsiasi attività sospetta alle forze dell'ordine. «Il riscontro da parte dei partecipanti – sottolineano alla Compagnia di Sanluri -, è stato estremamente positivo e molti hanno sottolineato l'importanza di iniziative come queste, che non solo informano, ma anche rassicurano e rafforzano il senso di sicurezza nella comunità».

In Primo Piano
L’emergenza

Campagne invase dai cinghiali: agricoltori sul piede di guerra

di Salvatore Santoni

Video

Viaggio nel laboratorio artigiano algherese delle tavole da surf richieste in tutto il mondo

Le nostre iniziative