La Nuova Sardegna

Cagliari

Indagini

Ex carabiniere ucciso a Cagliari: arrestato il 19enne che lo avrebbe accoltellato in una lite al pub

Luciano Onnis
Ex carabiniere ucciso a Cagliari: arrestato il 19enne che lo avrebbe accoltellato in una lite al pub

Il 37enne Fabio Piga collaborava col servizio di sicurezza del locale e sarebbe intervenuto sul giovane Yuri Fa che lo avrebbe ripetutamente pugnalato e che ora è accusato di omicidio volontario

02 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari E' stato arrestato e portato in carcere a Uta il diciannovenne cagliaritano Yari Fa, presunto responsabile dell'omicidio di Fabio Piga, il 37enne accoltellato la scorsa notte alle 3 al petto nei bagni del pub Donegal di via Caprera 11, in pieno centro a Cagliari. La vittima, ex carabiniere, si occupava della sicurezza di una importante azienda del sud Sardegna e a Cagliari ogni tanto dava una mano per garantire serate tranquille limitando i disturbatori. E’ quanto potrebbe essere successo l’altra notte. L’arrestato, con precedenti di polizia, è accusato di omicidio volontario.

Gli investigatori della squadra mobile della questura hanno lavorato tutto il resto della notte e nella giornata per ricostruire con esattezza quanto accaduto all'interno del pub, locale molto frequentato della movida cagliaritana. Da quanto emerso, fra accoltellatore vittima ci sarebbe stata una discussione all'interno dei bagni per qualcosa che Yuri Fa avrebbe compiuto. Tra i due è scoppiata una colluttazione e il diciannovenne avrebbe impugnato un coltello che si trovava incomprensibilmente nel bagno tentando ripetutamente di colpire il 37enne, finchè lo ha raggiunto con un fendente al petto. Il 19enne è stato bloccato dagli altri addetti alla sicurezza del locale fino all’arrivo degli agenti della squadra volante di Cagliari, supportati dai colleghi del commissariato di Quartu. I poliziotti hanno anche recuperato il coltello usato dal presunto assassino.

Al Donegal è arrivata anche un’ambulanza del 118, con medico e personale che hanno cercato di fermare la forte emorragia e salvare la vita a Fabio Piga, ma ormai era troppo tardi.

Sul posto, dopo la polizia, sono arrivati anche il magistrato Marco Cocco e il medico legale Roberto Demontis, mentre Yuri Fa è stato portato in questura, da dove è uscito in stato d’arresto nel primo pomeriggio per essere portato in carcere su disposizione del pm Cocco.

In Primo Piano
L’emergenza

Campagne invase dai cinghiali: agricoltori sul piede di guerra

di Salvatore Santoni

Video

Viaggio nel laboratorio artigiano algherese delle tavole da surf richieste in tutto il mondo

Le nostre iniziative