La Nuova Sardegna

Cagliari

Controlli

Lavoratori in nero e telecamere non autorizzate: locali chiusi a Cagliari e hinterland con sanzioni per 47mila euro

Lavoratori in nero e telecamere non autorizzate: locali chiusi a Cagliari e hinterland con sanzioni per 47mila euro

Due gruppi di funzionari dell’ispettorato hanno compiuto accertamenti in tre locali nel centro storico del capoluogo e nell’area metropolitana

03 giugno 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Nella tarda serata di venerdì 31 maggio due gruppi di funzionari dell’Ispettorato d’Area metropolitana di Cagliari-Oristano hanno effettuato accessi ispettivi presso 3 pubblici esercizi nel centro storico di Cagliari e nel territorio della Città metropolitana. Sono state riscontrate numerose irregolarità: due lavoratori in nero su quattro lavoratori complessivi, con conseguente adozione del provvedimento di sospensione per un locale in centro.

In altri due pubblici esercizi fuori città è stato trovato un numero più elevato di lavoratori in nero (10 in totale), con adozione dei relativi provvedimenti di sospensione dell’attività e sono state rilevate irregolarità per un impianto di videosorveglianza non autorizzato e per ipotesi di non corretto inquadramento contrattuale dei lavoratori. Saranno pertanto adottate complessivamente 12 maxisanzioni, per un totale di circa 47mila euro. Per quanto riguarda la salute e la sicurezza sul lavoro, gli ispettori tecnici presenti hanno riscontrato la mancata nomina del medico competente e le omesse visite mediche per più di 10 lavoratori.

In Primo Piano
L’emergenza

Campagne invase dai cinghiali: agricoltori sul piede di guerra

di Salvatore Santoni

Video

Viaggio nel laboratorio artigiano algherese delle tavole da surf richieste in tutto il mondo

Le nostre iniziative