La Nuova Sardegna

Nuoro

Bolotana, giorni di festa per i santi Bachisio e Isidoro

di Federico Sedda

BOLOTANA. Musica, cultura, giochi, mostre, tradizioni popolari e riti religiosi che si ripetono immutati da cinque secoli. Questi i contenuti della festa dei santi Bachisio e Isidoro in programma a...

04 maggio 2013
2 MINUTI DI LETTURA





BOLOTANA. Musica, cultura, giochi, mostre, tradizioni popolari e riti religiosi che si ripetono immutati da cinque secoli.

Questi i contenuti della festa dei santi Bachisio e Isidoro in programma a Bolotana dal 9 all’12 maggio. I festeggiamenti, organizzati dai nati negli anni che terminano con il numero 3 (dal 1933 al 1993), hanno preso l’avvio il primo maggio con la consegna delle bandiere ai cavalieri e la celebrazione della novena nel santuario dedicato a san Bachisio che venne consacrato il 10 maggio del 1598.

Da allora, i bolotanesi festeggiano il santo martire insieme a sant’Isidoro, patrono della Spagna e dei contadini. Il comitato 2013, presieduto da Gianpaolo Ninniri, ha predisposto un ricco programma che avrà un’anteprima domani con la giornata dell’equitazione sociale.

Si proseguirà il 9 maggio, alle 11, con la processione dalla parrocchia al santuario e viceversa per accompagnare in paese il simulacro di san Bachisio scortato dai cavalieri. In serata, gara a chitarra con Manca, Figos e Fodde, accompagnati da Manca (chitarra) e Sannia (fisarmonica).

Venerdì 10 il simulacro di san Bachisio verrà riportato nel santuario, dove, alle 10, il parroco, don Pier Paolo Calaresu, celebrerà la messa accompagnata dal coro Marghine. Alle 17, giochi in piazza per bambini e, alle 19, nella chiesa parrocchiale, rassegna di musica corale con i cori Su condaghe di Bonarcado, Corale scanese di Scano Montiferro, S’ispera di Ollolai, Sos calarighes e le Gemme di Bolotana. Alle 22, concerto dei gruppi World beat e Jellicles.

La festa di sant’Isidoro, l’11 maggio, si aprirà alle 10 con la messa solenne accompagnata da Sos calarighes. Seguirà il corteo delle auto verso la pianura per la benedizione dei campi. Nuova processione alle 17,30 lungo le strade del paese con il simulacro di sant’Isidoro trasportato sul carro a buoi, accompagnato dai cavalieri, dai trombettieri e tamburini di Oristano e dai gruppi folk. Alle 22, serata folk con i gruppi di Oristano, Silanus, Santu Lussurgiu e Bolotana e i tenores di Orune e Bolotana. Domenica 12, alle 10, premiazione del concorso oleario “San Bachisio” e alle 17 spettacolo dei burattini di Franca Becciu.

Infine, la serata più attesa: alle 23, dopo la musica dei Breakin down, concerto-evento dei Creedence clearwater revived, il gruppo formato nel 1995 da Stu Cook e Doug Clifford, basso e batterista dei leggendari Creedence degli Stati Uniti.

In Primo Piano
L'appello

Gara di solidarietà a Macomer Tutti in fila per aiutare Antonio

di Simonetta Selloni
Le nostre iniziative