Il sindaco Rocco Celentano contro l’uso dei diserbanti

SINISCOLA. Le falciatrici sembrano un ricordo. Sempre più spesso per ripulire le zone di campagna dalle erbacce si ricorre a prodotti chimici, senz’altro più pratici da usare ma dalle conseguenze...

SINISCOLA. Le falciatrici sembrano un ricordo. Sempre più spesso per ripulire le zone di campagna dalle erbacce si ricorre a prodotti chimici, senz’altro più pratici da usare ma dalle conseguenze ambientali inquietanti. Il sindaco di Siniscola, Rocco Celentano, si è schierato contro l’uso di queste sostanze, chiedendo in modo particolare all’Anas di non utilizzarle per la pulizia delle cunette.

«Questa pratica costituisce una minaccia per la salubrità dell’ambiente e della salute pubblica – scrive Celentano – in quanto il prodotto utilizzato non appare biodegradabile e neppure idoneo a non lasciare residui tossici. L’uso di questi diserbanti deve quindi essere sospeso, anche perché può produrre degli effetti nocivi alle specie animali e vegetali oggetto di specifiche tutele, mettendo in serio pericolo l’equilibrio dell’ecosistema locale. In particolare, infatti, l’uso di questi agenti chimici avviene lungo le cunette della Statale 125, che va da Orosei a Posada, in aree di prestigio, dove i danni alle piantine e ai fiori autoctoni rari sono evidenti».

«L’Anas – conclude Rocco Celentano – deve operare nel rispetto della normativa vigente anche in materia di raccolta, trasporto e trattamento dei rifiuti. In questo contesto, è bene che la società sospenda l’utilizzo dei diserbanti chimici, ripristinando gli interventi di ripulitura attraverso la falciatura meccanica». (salv.mart.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes