Funtana Buddia, un nuovo giardino fai da te

Tre residenti realizzano un’area verde autogestita grazie a una convenzione con il Comune

NUORO. La campagna promossa dall’amministrazione comunale per la costituzione degli “Amici del verde pubblico”comincia a dare i suoi frutti. Tre cittadini residenti nel quartiere di Funtana Buddia, immediatamente a ridosso dell’asse attrezzato di via Pertini, largo 16 metri, che si snoda da via Monni fino alla caserma dei vigili del fuoco, sono stati protagonisti della realizzazione e conservazione di un primo spazio di verde pubblico autogestito. L’iniziativa è dell’agronomo Mauro Sanna, residente in via Gina Manconi, con gli amici Giuseppe Cocco e Alessandro Spena, vicini di casa. I tre hanno deciso, una volta acquisito il nulla osta del comune, di realizzare su un reliquato, un’area verde.

Grazie al coordinamento del tecnico Mauro Sanna, hanno dato vita a un’ area verde da manuale. Si tratta di un tappeto erboso che ha una superficie di circa 400 metri quadrati, con fiori e piante autoctone, palme, agrifoglio, oleandri, mirto, rosmarino, e tante altre specie vegetali. L’area in questione, in tutti i casi, rimane permanentemente proprietà esclusiva del Comune, con fruibilità pubblica.

L’ente, e per esso l’assessorato all’ambiente guidato da Luca Lapia, ha stipulato con Mauro Sanna, quale concessionario dell’area sulla quale è stato realizzato il verde, una specifica convenzione. Sanna s’impegna a conservare e curare con diligenza l’area affidatagli in adozione.

Convenzione, impegni e regole sono state accettate con entusiasmo anche dagli altri due collaboratori che hanno reso possibile la realizzazione di questo straordinario angolo di verde.

Poco distante, le tre famiglie hanno anche le rispettive abitazioni. Si tratta di un esempio di grande collaborazione sia con l’ente municipale sia tra cittadini. Vale la pena, insieme alla condivisione con l’amministrazione pubblica, stimolare la volontà dei cittadini in generale a seguire l’iniziativa di Mauro Sanna, Giuseppe Cocco e Alessandro Spena.

Soprattutto da parte di quanti abitano in case uni o bifamiliari che dispongono di un’area pubblica immediatamente adiacente. Per tutti, l’invito a presentare in municipio la richiesta di autorizzazione per realizzare un’area verde pubblica.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes