La Nuova Sardegna

Nuoro

IL PROCESSO

Attentato a Felice Corda, la sentenza slitta al 9 luglio

NUORO. Se non ci si mettono di traverso altri intoppi, cambi di giudice, rinvii e scioperi, si concluderà il prossimo 9 luglio, il processo per l’attentato alla casa dell’ex direttore dell’Ente...

28 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





NUORO. Se non ci si mettono di traverso altri intoppi, cambi di giudice, rinvii e scioperi, si concluderà il prossimo 9 luglio, il processo per l’attentato alla casa dell’ex direttore dell’Ente foreste nuorese, Felice Corda.

L’attentato aveva colpito la casa di Corda, a Cala Liberotto, il 7 aprile del 2003, ma da allora ci sono voluti alcuni anni, tra indagini, intercettazioni, e inchiesta, per arrivare alla fase processuale.

Sul banco degli imputati ci sono Franco Alessandro Ruiu, difeso dagli avvocati Mario Lai e Umberto Papandrea, Antonio Carmelo Ignazio Farina, difeso dall’avvocato Gianluigi Mastio, Paolo Mancam difeso dagli avvocati Mario e Francesco Lai.

L’ex direttore dell’Ente foreste, Felice Corda, si è costituito parte civile con l’avvocato Basilio Brodu, ma non si è costituito parte civile nei confronti di Paolo Manca.

Dopo varie traversìe e salvo ulteriori imprevisti, il processo si concluderà il prossimo 9 luglio, quando si aprirà la discussioen. (v.g.)

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative