La Nuova Sardegna

Nuoro

L’ex colonia di Solotti ospita le lezioni di piante officinali

di Antonio Bassu

NUORO. Si è concluso il primo corso formativo dei Ceas nuorese, dopo gli incontri con Steve Van Matre, la Federazione Fiso, Massimo Fancello, Renato Brotzu e Domenico Ruiu. Nei giorni scorsi è...

28 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





NUORO. Si è concluso il primo corso formativo dei Ceas nuorese, dopo gli incontri con Steve Van Matre, la Federazione Fiso, Massimo Fancello, Renato Brotzu e Domenico Ruiu. Nei giorni scorsi è partita l’iniziativa che riguardava le piante officinali e le erbe spontanee, in collaborazione con l’azienda locale di “Montricos”. L’iniziativa ha fatto registrare un successo senza precedenti.

Le richieste di partecipazione, che dovevano essere limitate a 20 unità, si sono invece triplicate, raggiungendo le 70 unità. Attraverso una messa a punto dell’organizzazione è stato possibile ospitare fino a 35 unità, per poi rimandare a settembre gli altri 35 aspiranti, che potranno vantare una possibile preiscrizione per il prossimo autunno.

Il corso si è articolato in due momenti formativi connessi tra loro: un primo blocco di lezioni si è svolto nei locali dell’ex colonia di Solotti, con il supporto di slide, il contatto e la conoscenza diretta con le erbe raccolte ed esaminate in aula, con la degustazione di tisane e infusi di vario genere.

Il secondo blocco si è invece tenuto nell’azienda di “Montricos”, dove i partecipanti hanno raccolto e trattato le erbe, lavorandole con gli appositi macchinari. Ottenendo decotti, idroliti e infusi. A conclusione dei lavori, e una volta fatta la raccolta di erbe e piante, sotto la supervisione degli esperti, gli allievi hanno organizzato diverse pietanze, trasformandole poi in ottime cene, alle quali è seguita la chiusura del corso.

L’assessore all’ambiente Luca Lapia, esprimendo la propria soddisfazione, ha sottolineato che con l’apertura del nuovo centro ambientale di Solotti, si è riusciti a far diventare riconosciuta e apprezzata una realtà formativa ambientale. Fino a raggiungere le 5000 presenze nell’ultimo anno di attività, allargando in maniera specifica e mirata il raggio delle proposte e delle offerte. Senza perdere niente dal punto di vista qualitativo e professionale. Il che ha contraddistinto la gestione di Alternatura, sia per le attività rivolte ai più giovani sia perquelle rivolte agli adulti. Che conferma la giusta interpretazione delle richieste del territorio.

Dal canto suo Gianluca Cacciotto, direttore di Alternatura, ha sottolineato la grande collaborazione instaurata con l’azienda “Montricos”, che ha dato grandi stimoli all’attività. Scambi culturali che hanno moltiplicato le grandi collaborazioni, consentendo di far conoscere la materia e di fare sistema valorizzando il territorio, e ritagliare un posto importante nell’ambito formativo-ambientale in città e nell’ambito dell’Ortobene.

In Primo Piano
Macomer

Accoltellò un ragazzo per una sigaretta. Pace tra i genitori: «Lo perdoniamo»

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative