La Nuova Sardegna

Nuoro

Italiano morto in Brasile, i carabinieri di Budoni arrestano a Roma il presunto assassino

Italiano morto in Brasile, i carabinieri di Budoni arrestano a Roma il presunto assassino

Forse i contrasti sulla proprietà di un terreno la causa del delitto

30 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





NUORO. I carabinieri della compagnia di Siniscola hanno arrestato a Roma il presunto responsabile dell'omicidio di un italiano ucciso in Brasile. L'uomo è stato bloccato all'aeroporto, dai militari della stazione di Budoni. Le ragioni del coinvolgimento dei carabinieri sardi saranno rese note in una conferenza stampa nella sede del comando provinciale di Nuoro.

L'italiano ucciso si chiamava Enzo Albanese, 42 anni, nato a Milano ma con i parenti di origine pugliese: l'omicidio avvenne il 2 maggio scorso a Natal, nel nordest del Brasile. Albanese viveva in Brasile da otto anni, dove tra le altre cose gestiva una clinica estetica con un socio brasiliano, cugino della moglie, da cui era separato, e aveva una bambina di sei anni.

Da poco gli avevano dato la gestione del catering del nuovo stadio di calcio di Natal ed era dirigente di una squadra di rugby locale. All'epoca la polizia riferì anche che Albanese aveva effettuato degli investimenti nel settore dell'intermediazione immobiliare e che aveva avuto dei contrasti con un altro italiano, a causa della proprietà di un terreno.

È stato ucciso davanti alla porta di casa da un uomo con il casco che gli ha sparato e poi è fuggito con un complice a bordo di una Corolla. Secondo la polizia non si sarebbe trattato di una rapina, perchè la moto della vittima, che era parcheggiata fuori casa, non è stata presa.

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative