La Nuova Sardegna

Nuoro

dorgali

Guerra del camping, il vecchio gestore ricorre al Tar

di Nino Muggianu
Guerra del camping, il vecchio gestore ricorre al Tar

DORGALI. Camping Cala Gonone: la storia continua. Dopo l’assegnazione da parte del Comune alla ditta Spanu di Dorgali ora c’è un ricorso al Tar da parte della ditta che fino allo scorso anno aveva...

31 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





DORGALI. Camping Cala Gonone: la storia continua. Dopo l’assegnazione da parte del Comune alla ditta Spanu di Dorgali ora c’è un ricorso al Tar da parte della ditta che fino allo scorso anno aveva gestito la struttura. L’amministrazione comunale ha già nominato un avvocato.

Non è quindi finita la telenovela del camping gononese che intanto è pronto per l’apertura estiva. Una storia infinita iniziata lo scorso anno e che ancora pare debba scrivere qualche pagina.

Dopo che i tecnici del comune avevano fatto una verifica dello stato della struttura, le chiavi erano state consegnate al nuovo gestore, la ditta Spanu snc. Il precedente gestore ha ritenuto che vi fossero le condizioni per fare un ricorso al Tar sul quale il comune di Dorgali si è costituito per difendere le proprie ragioni.

In attesa di eventuali sviluppi si è intanto concluso un procedimento lunghissimo legato ad un’azienda fondamentale per gli introiti del Comune, in quanto garantisce un’entrata superiore a 200 mila euro l’anno. «Una gara molto complessa quella del camping, che ha richiesto dei tempi lunghissimi che ci hanno condotto fino a oggi per vederla conclusa – aveva detto il sindaco Angelo Carta – . Dopo 37 anni, per ora, la gara se l’è aggiudicata un altro gestore rispetto a quello che già c’era. La nuova gestione, ricorso al Tar permettendo, durerà 15 anni per un canone annuale pari a 204 mila euro».

In Primo Piano
L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative