La Nuova Sardegna

Nuoro

Il sindaco contesta la Tirrenia

Il sindaco contesta la Tirrenia

Arbatax, la società vorrebbe eliminare la linea per Genova durante l’inverno

29 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ARBATAX. «Non siamo d’accordo su un eventuale taglio, anche se fosse solo per il periodo invernale, sulla cancellazione dello scalo di Arbatax nella tratta bisettimanale da e con Genova-Olbia. Nessuno ci ha chiesto nulla. Ci faremo sentire sia con la Regione sia con la Tirrenia Cin». A parlare è il sindaco di Tortolì-Arbatax, Massimo Cannas, che ieri pomeriggio ha saputo dalle agenzie del via libera della Regione alla modifica della convenzione tra governo e Tirrenia-Cin, con alcune modifiche che riguardano sia le tratte che le tariffe. Sul primo aspetto, secondo indiscrezioni, vi sarebbe il via libera definitivo alla corsa trisettimanale e non più giornaliera, nella stagione invernale, per la tratta Civitavecchia-Cagliari. Inoltre verrebbe eliminato lo scalo ad Arbatax sulla Genova-Olbia. Cosa già avvenuta anche quest’anno, per numerosi mesi. In cambio di questi due elementi di novità nella convenzione, la Tirrenia avrebbe messo sul tavolo la prosecuzione del congelamento dell'aumento del 10 per cento sulle tariffe merci, e nuove agevolazioni per i cosiddetti “nativi” in Sardegna.

«Abbiamo dato parere positivo alla richiesta di modifica – ha detto l'assessore regionale dei Trasporti, Massimo Deiana – ma confermiamo tutte le nostre riserve su questa convenzione che, così com'è, non risponde alle reali esigenze dei sardi. Per questo, da domani, apriremo una nuova vertenza con il governo per giungere l'anno prossimo, alla fine del primo periodo regolatorio, ad una sostanziale ridiscussione di tutto l'accordo». (l.cu.)

Elezioni regionali 2024
Il voto nell’isola

Elezioni regionali: la proclamazione a marzo, la prima seduta del Consiglio all’inizio di aprile

Le nostre iniziative