L’associazione Aso compie 25 anni

Oliena, appuntamento il 1° novembre: attese associazioni da tutta la Sardegna

OLIENA. L’Aso compie venticinque anni. Mancano pochi giorni alla data scelta dal consiglio direttivo per celebrare la festa della storica associazione olianese. Domenica prossima primo novembre numerose associazioni, giunte da tutta l’isola, si ritroveranno nel paese barbaricino per festeggiare il compleanno del sodalizio.

La mattinata si aprirà con i saluti, l’accoglienza e la registrazione dei partecipanti. Un interessante convegno, ospitato dalla biblioteca comunale Mario Ciusa Romagna, tratterà la questione spinosa delle disabilità culturali, soffermandosi su aspetti come l’inclusione e l’integrazione. Risulta ancora riservato l’elenco dei relatori, anche se vengono annunciate piacevoli sorprese. Non mancheranno, infatti, nomi noti del giornalismo e della cultura sarda.

A seguire, la celebrazione eucaristica, officiata presso la chiesa di Santa Maria dal parroco don Giuseppe Mattana. Nonché il consueto corteo delle ambulanze e il pranzo sociale presso l’Hotel Ristorante Su Gologone. Durante la serata, inoltre, non mancherà l’animazione musicale e l’intrattenimento. Nata nel 1990, l’associazione si occupa attualmente di emergenza sanitaria, servizi sociali e protezione civile, riunisce circa cento soci e risulta particolarmente attiva in vari servizi resi alla comunità.

Il progetto ambizioso, tuttavia, è quello di migliorare e incrementare gli sforzi messi in campo, implementando questa realtà dinamica ed efficiente specializzata in vari ambiti e settori. Uno dei fiori all’occhiello all’interno del mondo del volontariato, che risulta in continua crescita. «Quella che verrà festeggiata di qui a poco – sottolinea il presidente Mattia Sanna – è una ricorrenza, che appartiene all’intera comunità. Dentro l’Aso, infatti, c’è una porzione rilevante della storia del nostro paese».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes