Istruttoria per le aree di crisi, interrogazione

NUORO. Interrogazione sull’attivazione dell’istruttoria per il riconoscimento delle tre aree di grave crisi per i territori ricompresi nella Provincia di Nuoro e nei consorzi industriali provinciali...

NUORO. Interrogazione sull’attivazione dell’istruttoria per il riconoscimento delle tre aree di grave crisi per i territori ricompresi nella Provincia di Nuoro e nei consorzi industriali provinciali di Sassari-Porto Torres-Alghero e dell’Ogliastra. A porre il quesito all’attenzione dell’assessore regionale all’Industria Maria Grazia Piras sono undici consiglieri regionali, primo firmatario Roberto Deriu. L’interrogazione parte dal presupposto che la legge regionale 5 del 2015, “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione” autorizza per l’anno 2015 la spesa complessiva di euro 22.000.000 destinata al finanziamento di opere infrastrutturali nelle aree di crisi delle Province di Sassari, Nuoro e Ogliastra. La normativa regione poi promuove l’attivazione dell’istruttoria del riconoscimento delle tre aree e autorizzata, per l’anno 2015, la spesa di euro 400.000. La giunta regionale, su proposta dell’assessore dell’Industria, emana le relative direttive e i criteri di riparto. Da qui l’interrogazione per conoscere se «sia stata attivata l’istruttoria per il riconoscimento delle tre aree di grave crisi per i territori ricompresi nella Provincia di Nuoro e nei consorzi industriali provinciali di Sassari-Porto Torres-Alghero e dell’Ogliastra, per la quale è stata autorizzata la spesa di euro 400.000 e, nel caso, con quali tempistiche si ritenga di poter concludere le attività» sottoscrivono Roberto Deriu, Daniele Cocco, Giampietro Comandini, Daniela Forma, Luigi Lotto, Cesare Moriconi, Rossella Pinna, Valter Piscedda, Franco Sabatini, Emilio Usula e Pierfranco Zanchetta.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes